Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 20 settembre 2018 (532) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Alda Merini la poetessa dei Navigli
» Nicola Attadio racconta Nellie Bly
» Moro. L'inchiesta senza finale
» Incontro con Elda Lanza
» In viaggio con Mino Milani
» Letizia Moratti ospite al Nuovo
» Io e il mostro. Frankenstein, quasi una autobiografia.
» Tutta colpa del '68?
» Festa mobile. Un giro d'Italia a tappe di letture ad alta voce
» La passione della letteratura
» 4 amici al bar
» L'Africa di Andrea De Giorgio
» Alessia Gazzola al Nuovo
» Come adottare uno stile di vita alcalino
» Una donna che scrisse il suo destino: Adelaide di Borgogna
» Raccontare il territorio pavese fra banche e imprese locali
» Costantino Nigra. L'agente segreto del Risorgimento
» Dal reportage al sogno
» Ti dico la verità
» Spettri, miei compagni. Charlotte Delbo, Auschwitz e il senso della memoria

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Patrimonio ritrovato: pergamena scoperta in una legatura seicentesca
» Il Segreto di Majorana
» Vite tinte di rosso
» Molte sono le strade
» Open Day Scuola d'Arte Arvima
» Il colore del silenzio
» Alda Merini la poetessa dei Navigli
» We are here - Caroline Gavazzi
» Uno:Uno. A tu per tu con Alessandro Magno
» Copia dal vero e fotografia
» Roberto Kusterle: Cronache da un altro mondo
» Concorso fotografico "Ci siamo!"
» Incontri d’Arte: Stefano Zacconi
» Vox Animae
» Nicola Attadio racconta Nellie Bly
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14877 del 11 ottobre 2017 (933) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Seminari Ghslieriani di Psicoanalisi
Seminari Ghslieriani di Psicoanalisi

Con il seminario internazionale dal titolo Percorsi della memoria. Immagini, idee, linguaggi, si conclude il ciclo di quest'anno dei Seminari Ghslieriani di Psicoanalisi Apriamo (con) un libro. Parliamone con un film.

Il filosofo Remo Bodei affronterà la tematica dei traumi della memoria, argomento di cui si occupa da tempo e a cui sarà dedicato il suo ultimo libro, in uscita nei prossimi giorni. Ne discuterà con lui Marco Francesconi,  psicoanalista dell’Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo (IIPG) e docente di Psicologia dinamica all'Università di Pavia.
Il tema di venerdì sera, purtroppo, è di grande attualità: numerose sono le situazioni (climatiche, sociali ed economiche) che per molti di noi rappresentano una fonte di angosce traumatiche. Per questo è importante comprendere come esse si depositino nella memoria, diventando una minaccia sia per chi deve convivere con questi traumi, sia per chi - figli, familiari e congiunti - ne subisce in qualche modo le conseguenze.

Nella giornata di sabato a partire dalle 9.00, invece, il seminario affronterà il tema della memoria sul piano della realtà in cui viviamo. Il film di Italo Moscati 1200 km di bellezza, prodotto dall’Istituto Luce Cinecittà, propone infatti all’attenzione del pubblico le immagini di un’Italia com’era, configurandosi come un vero e proprio serbatoio della memoria nazionale e, allo stesso tempo, come protesta e come denuncia, oltre che come spettacolo coinvolgente.

Da molti mesi il film circola in Italia e all’estero, soprattutto in America, ma anche in molti Paesi europei. È commovente e interessante, infatti, vedere l’Italia di un tempo, mostrarla ai figli, “tornarci sopra”. Il film racconta un grande viaggio dal sud al nord, dalla Sicilia, dove approda chi arriva con i barconi, fino alle Alpi. Una storia raccontata in bianco e nero e a colori, che rende 1200 km di bellezza un film coinvolgente e capace di far rivivere le sensazioni dei grandi intellettuali che in Italia venivano per fare il famoso Grand Tour. I nomi sono quelli di Goethe, Stendhal, Henry James, Maupassant, Dalì, Worton e Berenson, oggi veri e propri inviati speciali. Un film nuovo non solo nei propositi ma nello stile, nell’adesione al tema della bellezza e alle sue tante sfaccettature. L’Italia com’era e com’è, la bellezza in pericolo, e non solo: un nuovo grand tour tra ricordi, nostalgia, coinvolgimenti, emozioni, contrasti. Un viaggio a cui si può partecipare e appassionarsi, poiché nel giro di 75 minuti, ci si ritrova a percorrere la penisola e i suoi 1200 km di bellezza nascosta, segreta e diffusa, accompagnati dai balli folcloristici, dagli sbarchi degli Alleati, da Greta Garbo e da Rodolfo Valentino, dalle leggende dei briganti calabri e degli gnomi trentini. Del valore del film è testimonianza la diffusione di un DVD in cima alle classifiche delle vendite.

Ne discuteranno con il regista alcuni importanti pensatori: il grande fotoreporter Uliano Lucas, gli studiosi di cinema Federica Villa (Università di Pavia), Francesca Brignoli e Lorenzo Donghi (Università di Pavia), la studiosa d’immagine Tatiana Agliani e lo psicoanalista svizzero Saul Branca, direttore dell’Istituto Ricerche di Gruppo di Lugano. Aprirà la giornata di studi Marco Francesconi, mentre a coordinarla sarà la psicoanalista del Centro Psicoanalitico di Pavia, Daniela Scotto di Fasano.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Aula Goldoniana del Collegio Ghislieri di Pavia
Quando: da venerdì 20 ottobre 2017 a sabato 21 ottobre 2017
Orario: ven 21.00; sab 9.00
 
 
Pavia, 11/10/2017 (14877)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool