Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 23 ottobre 2017 (1740) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un pomeriggio in Kurdistan
» Andà e gnì con Rosanna à l’è tut un rùsì
» 2 passi nella Grande Foresta
» Sbulloniamo
» Libri in Libertà
» Dolomiti: un patrimonio da tutelare, una scogliera fossile da scoprire"
» I manoscritti restaurati
» Giornata della castagna
» E pensare che c'erano Gaber e Jannacci...
» Letture dell'Adelchi di Alessandro Manzoni
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» Mostra dei Funghi
» Echi longobardi a Pavia e oltre
» Visita con delitto
» Biblioteca Universitaria: apertura straordinaria
» A tu per tu con Laocoonte
» Antiche cultivar ortive e agronomiche locali (landrace)
» Chiare fresche dolci acque del Ticino
» Aspettando le antiche varietà
» Pane in Piazza

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Tracce. Percorsi Longobardi
» Un pomeriggio in Kurdistan
» Emilio Cavallini. Oltre la tela – Evoluzione di fibre filate di calze
» Libri in Libertà
» Seminari Ghslieriani di Psicoanalisi
» Un Taramelli che parla di Taramelli
» Barbari? Qualche idea sui Longobardi
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» I manoscritti restaurati
» Mercatino dei Piccoli
» Contempora Langobardorum
» Letture dell'Adelchi di Alessandro Manzoni
» Robert Doisneau: Pescatore d’immagini
» Nextvintage d'autunno
» L’universo ad orologeria
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14862 del 2 ottobre 2017 (195) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Domenica di carta
Domenica di carta

Domenica prossima la Biblioteca Universitaria di Pavia sarà aperta dalle ore 9 alle 13 in occasione della Domenica di carta, apertura straordinaria promossa dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo per valorizzare il ricco e imponente, patrimonio di carta conservato in Biblioteche e Archivi.

Alle ore 10,30 Piero Majocchi e Dario Mantovani presenteranno le due edizioni facsimile dell’Historia Langobardorum di Paolo Diacono (Codice Cividalese XXVIII) e del Codex Legum Langobardorum et Capitularia Regum Francorum (Codice Cavense 4), edite da CAPSA Ars Scriptoria, esposte in Mostra. Sarà presente l’editore Enrico Chigioni.

Conservato presso il Museo Archeologico Nazionale di Cividale del Friuli, il codice dell’Historia Langobardorum di Paolo Diacono, databile per ragioni paleografiche entro la metà del IX secolo, è uno dei più antichi testimoni superstiti dell’opera, tra i 115 attualmente conservati presso diverse biblioteche occidentali. Il codice 4 dell'abbazia della Trinità di Cava dei Tirreni dell'XI secolo, è forse il più famoso manoscritto contenente le leggi longobarde.
Si tratta di un codice membranaceo scritto in lettera beneventana, opera di un miniatore attivo in uno scrittorio di Benevento intorno al 1005, famoso per le dodici miniature che rappresentano sovrani longobardi e franchi.

Durante la mattinata sarà possibile visitare la mostra Regine e Re longobardiinaugurata con grande successo il 14 settembre. 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Salone Teresiano - Biblioteca Universitaria
Indirizzo: Strada Nuova,65
Quando: domenica 8 ottobre 2017
Orario: 10.30
 
 
Pavia, 02/10/2017 (14862)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti