Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 16 ottobre 2019 (241) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Harold
» Ibridazioni sul mito di Frankenstein
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» Al Collegio Borromeo si esplora l'universo degli autismi
» Piazza Fontana prima e dopo
» La Margherita di Adele
» Domenica di carta
» Cristoforo Colombo a fumetti
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Ponta chi un’altra cadrega
» IT.A.CÀ
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Home: la zona d’ombra
» Mario Tozzi a Kosmos
» Il gioco di Santa Oca
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Musica e archeologia
» MathsJam

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Piazza Fontana prima e dopo
» Domenica di carta
» Cristoforo Colombo a fumetti
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Mario Tozzi a Kosmos
» Il gioco di Santa Oca
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14843 del 19 settembre 2017 (917) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Biblioteca Universitaria: apertura straordinaria
Biblioteca Universitaria: apertura straordinaria

In occasione delle Giornate europee del patrimonio, promosse dal 1991 dal Consiglio d'Europa e dalla Commissione Europea e sostenute dal Ministero dei beni, delle attività culturali e del turismo, la Biblioteca Universitaria di Pavia sarà aperta anche il sabato pomeriggio.

Sarà possibile visitare la Mostra Regine e Re longobardi, inaugurata il 14 settembre, e, alle ore 16, assistere alla conferenza di Itala Cenci Malpeli dal titolo Tracce longobarde nella Repubblica di San Marino.

Fra IV e XIII secolo, San Marino va costruendo una sua dimensione politica, in mezzo alle difficoltà determinate nel VI secolo dalla paura della guerra greco-gotica e, nei tre secoli successivi, alle dinamiche di assorbimento di presenze straniere con le quali dover convivere. Il monte Titano, noto dall'antichità come punto di riferimento per marinai e viaggiatori, era anche un luogo strategico di difesa. Forse gli abitanti originari, per lo più contadini e pastori, lasciarono che i nuovi venuti, esperti di armi e avidi di conquista, vi si arroccassero anche a difesa della loro libertà. Uno dei segni dell'avvenuta integrazione si ritrova nella lingua volgare, con abbondanti etimi e toponimi di origine longobarda.

Nella formulazione degli Statuti, redatti alla fine del XIII sec. (1285), l'organizzazione del Comune sammarinese appare subito nella sua unicità; riflette in molti punti la legislazione longobarda, e gli ampliamenti territoriali sono strutturati in Gualdarie. Dal punto di vista della religione, si prendono in considerazione luoghi e probabili percorsi segnati dal culto di San Michele Arcangelo, il "santo nazionale" dei Longobardi, analizzando quindi i reperti materiali, come una croce di pietra e alcuni cippi altomedievali riutilizzati come basi d'altare in chiese successive.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Salone Teresiano - Biblioteca Universitaria
Indirizzo: Strada Nuova,65
Quando: sabato 23 settembre 2017
Orario: 14.30-18.30
 
 
Pavia, 19/09/2017 (14843)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool