Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 20 giugno 2018 (598) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» L'Amore che Unisce
» Bach alla Festa della Musica....
» Convegno gratuito sul biotestamento
» Passeggiata nel bosco
» Video Slam: gara di sequel
» Birre Vive Sotto la Torre
» Bloomsday
» Campagna Amica: tutti i giovedì a Pavia
» Siro Comics
» Vittadini Jazz Festival
» A Pavia Barocca, Frescobaldi e il canto gregoriano
» Aspettando Vittadini Jazz Festival
» Il fantastico mondo degli insetti
» Barocco Fuori
» Primo Festeenval
» Le cose in comune
» Perepepé - Il Maestro Rolla, ambasciatore della viola
» A tu per tu con la Pietà
» Nel segno di Olivetti
» L’Ora Illegale

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vittadini Jazz Festival
» A Pavia Barocca, Frescobaldi e il canto gregoriano
» Aspettando Vittadini Jazz Festival
» Le cose in comune
» Perepepé - Il Maestro Rolla, ambasciatore della viola
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» 1968: dieci canzoni di un anno indimenticabile!
» Ricercar Consort
» Itinerario agostiniano tra musica contemporanea e canto ambrosiano
» Coro Comolpa in Osteria presenta il suo nuovo Cd
» Rossini con furore!
» Il salotto musicale a Parigi
» Jordi Savall a Pavia Barocca
» Semplicemente Sacher
» Festival del Ridotto
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 14711 del 24 maggio 2017 (650) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Pavia longobarda e altre storie (in musica)
Pavia longobarda e altre storie (in musica)

Al concerto della band pavese che da un quarto di secolo canta Pavia e la sua gente in dialetto, I Fio' dla nebia , il compito di inaugurare gli appuntamenti musicali della rassegna Passatofuturo che per i prossimi cinque giorni animerà la città ponendo l'attenzione sulla Pavia longobarda.

Paladini del dialetto e delle tradizioni canore pavesi, tornano sul palco con le loro creazioni in dialetto pavese, che hanno dato un contributo importante alla storia del capoluogo lombardo. Per far meglio comprendere al pubblico il significato dei testi e per contestualizzare i protagonisti delle canzoni, sono stati invitati allo spettacolo tre specialisti, lo storico della medicina Paolo Mazzarello, lo scrittore Mino Milani e la storica dell'arte Susanna Zatti che introdurranno brevemente le canzoni, associandole a un tema della storia locale ma anche nazionale.

Se "Cristoforo Colombo" rievocherà le reliquie conservate ai Musei dell'Ateneo, così come "Alessandro Volta", "O darif o daraf" richiamerà invece la celebre Battaglia di Pavia. Mentre il popolo dalle lunghe barbe sarà protagonista indiscusso di molti brani, a cominciare da "Teodote", nobile fanciulla disonorata dal re longobardo Cuniperto, per passare ad "Alboino", "Teodolinda" e "Rosmunda".

Attivi dai primi anni novanta – il primo album risale al 1993 – i Fio' dla nebia creano brani completamente originali, dove l’utilizzo del dialetto è importante per raccontare storie e situazioni di pavesità, che sono poi le realtà della vita di provincia. I testi sono sostenuti da musiche che risentono delle varie esperienze musicali  dei componenti, soprattutto dell’autore, Silvio Negroni, nella costante ricerca di nuovi curiosi abbinamenti.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Sala Cinema Politeama
Quando: venerdì 26 maggio 2017
Orario: 21.00
 
 
Pavia, 24/05/2017 (14711)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool