Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 24 novembre 2017 (493) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Silvia canta il Musical
» So Kind così gentile Dracula
» Winter dreams
» Giochi da tavolo
» Il cellulare ci spia…
» La bellezza del Silenzio
» Grazie Alberi
» 2 passi … tra rogge, boschi e peschiere
» Conversazioni pavesi con Daniele Novara
» Abitare la bellezza
» La molecola delle emozioni
» Dondi e Petrarca: un'amicizia tra Padova e Pavia
» Giornata della filantropia
» Un pomeriggio in Kurdistan
» Caccia alla zucca
» La Bicicletta: una modernità inesauribile
» Andà e gnì con Rosanna à l’è tut un rùsì
» Sbulloniamo
» 2 passi nella Grande Foresta
» Libri in Libertà

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Pavia Art Talent
» Africa da immaginario e realtà
» Incontro con Mino Milani
» The Dead City Project
» Informazione e disinformazione tra Rete e realtà
» Conversazioni pavesi con Daniele Novara
» Il Futuro dell’Immagine
» Abitare la bellezza
» Studi sull'alto medioevo pavese
» Da Ninive a Mosul
» Dondi e Petrarca: un'amicizia tra Padova e Pavia
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Design e Arte per la Ricerca Scientifica
» Limyè
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14612 del 12 aprile 2017 (395) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Pavia senza memoria
Pavia senza memoria

Ha imboccato la via della decadenza, la città di Pavia? Per tanti aspetti sembra proprio di sì. Ne parla il suo scrittore simbolo, "lo scrittore di Pavia", come lo chiamava Maria Corti, Mino Milani che dialoga con l’editore e amico, Paolo Veronesi, in una riflessione critica che è anche una grande dichiarazione d'amore, naturalmente, e uno stimolo per invertire una tendenza che non è affatto inevitabile. 

Come fare?
Secondo Mino Milani occorre ripartire dalla memoria. Quella memoria spesso fragile, incerta, debole, che la città ha per la propria storia, per un passato fatto di grandi personaggi, di cultura, di bellezze artistiche e naturali e di tanto altro che purtroppo i pavesi dimenticano e non difendono.
Pavia, scenario e in qualche modo protagonista di tutta la serie dei Libri di San Siro e di molti altri racconti di Mino Milani, è la città dove "sono nato, ho vissuto, non sono mai voluto andarmene": chi meglio di lui può raccontarcene pregi e difetti, vanti e colpe?

Nell'ambito delle manifestazioni di "Pavia a memoria", un incontro promosso da Biblioteca Universitaria, Leggere.Pavia, Compagnia della Corte e Mostra permanente di Carlo Mo,  per ascoltare una delle voci più importanti della città.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Salone Teresiano Biblioteca Universitaria di Pavia
Quando: mercoledì 19 aprile 2017
Orario: 17.30
 
 
Pavia, 12/04/2017 (14612)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool