Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 19 novembre 2017 (521) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Giochi da tavolo
» La bellezza del Silenzio
» Grazie Alberi
» 2 passi … tra rogge, boschi e peschiere
» Conversazioni pavesi con Daniele Novara
» Abitare la bellezza
» La molecola delle emozioni
» Dondi e Petrarca: un'amicizia tra Padova e Pavia
» Giornata della filantropia
» Un pomeriggio in Kurdistan
» Caccia alla zucca
» La Bicicletta: una modernità inesauribile
» Andà e gnì con Rosanna à l’è tut un rùsì
» Sbulloniamo
» 2 passi nella Grande Foresta
» Libri in Libertà
» Dolomiti: un patrimonio da tutelare, una scogliera fossile da scoprire"
» I manoscritti restaurati
» Giornata della castagna
» E pensare che c'erano Gaber e Jannacci...

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Africa da immaginario e realtà
» Incontro con Mino Milani
» The Dead City Project
» Informazione e disinformazione tra Rete e realtà
» Conversazioni pavesi con Daniele Novara
» Il Futuro dell’Immagine
» Abitare la bellezza
» Studi sull'alto medioevo pavese
» Da Ninive a Mosul
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» Design e Arte per la Ricerca Scientifica
» Dondi e Petrarca: un'amicizia tra Padova e Pavia
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Limyè
» Medicina e narrazione, quali i rapporti?
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14548 del 20 marzo 2017 (337) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Pavia riscopre la cultura dell’antico Egitto
Pavia riscopre la cultura dell’antico Egitto

L’appuntamento di Uno:Uno. A tu per tu con l’opera in programma domenica, consentirà di approfondire la cultura egizia unita al tema del collezionismo ottocentesco all’interno della cornice della città di Pavia e dei suoi musei che raccontano e custodiscono storie e tesori degni di nota.

L’incontro, caratterizzato dall’intervento del dottor Marco De Pietri, dottorando in Storia presso l’Università degli studi di Pavia, esperto negli studi dell’Egitto e del Vicino Oriente preclassico, e della dottoressa Silvia Salvaneschi, accenderà i riflettori sulla raccolta egizia e sul tema del collezionismo pavese, che ha permesso di far pervenire oggi presso i Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia oggetti preziosi antichi.
La conferenza sarà accompagnata da un intrattenimento musicale tenuto da Alice Vecchio all’arpa, a cura dell’Istituto Superiore di Studi Musicali Franco Vittadini.

Dopo l’evento Il volto dell’Antico Egitto a cura del Museo Archeologico del Sistema Museale di Ateneo dell'Università Pavia, in cui la mummia egizia, la sua storia e le recenti scoperte sono state le protagoniste, i Musei Civici offrono alla cittadinanza pavese un’opportunità di approfondimento dedicato agli oltre 150 oggetti, tra amuleti, ushabti, vasi canopi che sono esposti nella seconda sala della sezione archeologica dedicata al collezionismo. Infatti la raccolta egizia proviene dalla prestigiosa collezione d’arte del marchese Luigi Malaspina che l’acquistò da Giuseppe Nizzoli, cancelliere presso il consolato austriaco ad Alessandria d’Egitto entro i primi due decenni dell’Ottocento. La raccolta egizia passò al Museo di Pavia in seguito alla morte del marchese nel 1835. Si tratta di più di 150 oggetti, tra amuleti, papiri, stele, sigilli, scarabei, bronzetti, statuette varie, ushabti che riportano le sembianze ad esempio di divinità e animali sacri e iscrizioni in geroglifico.
 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Musei Civici del castello Visconteo
Indirizzo: Viale XI Febbraio, 35
Quando: domenica 26 marzo 2017
Orario: 16.00
Note: L’ingresso a Uno:Uno è gratuito per tutti i possessori della MY MUSEUM CARD, la carta che (al prezzo di 18 euro) apre le porte dei Musei Civici del Castello Visconteo per 365 giorni: una vera e propria tessera fedeltà – annuale e nominale – che consente l'accesso illimitato alle collezioni museali e alle mostre organizzate dai Musei Civici, la partecipazione gratuita a tutti gli eventi collaterali e riduzioni speciali per le mostre delle Scuderie e gli acquisti al bookshop. Per chi non fosse in possesso della MY MUSEUM CARD, l'iniziativa è aperta al costo simbolico di 1 euro: un piccolo contributo  alla salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della città.

 
 
Pavia, 20/03/2017 (14548)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool