Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 25 maggio 2020 (906) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14526 del 14 marzo 2017 (1533) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Le fatiche di Ercole
Le fatiche di Ercole

Sabato, presso lo  Spaziob di palazzo Sanseverino, verrà inaugurata dal prof. Franco Poma, una mostra di Piero Maccaferri pittore e incisore. La mostra sarà incentrata sul tema mitologico delle "Le fatiche di Ercole" un ciclo di incisioni riguardanti il mito dell'eroe che diventa il simbolo di una umanità dolorante che combatte per sopravvivere. 

 
Maccaferri sceglie di incidere le lastre con la tecnica del bulino e della puntasecca che consente una stupefacente raffinatezza, un impegno e una resa difficilmente riscontrabili in altri artisti contemporanei per l'insolita ampiezza delle superfici e la limitata tiratura degli esemplari.  Nelle immagini, che evocano le gesta eroiche di Ercole, i segni lasciati dal bulino si intrecciano con le morbidezze conferite invece alla punta secca dalle "barbe", conservate come elemento espressivo capace di trattenere l'inchiostro, ciò determina gli aloni soffusi che in fase di stampa appaiono circondare i tratti stessi.
Queste incisioni sono forse la metafora del suo percorso artistico, della vita di un uomo che ha sempre fatto tutto con le proprie risorse e i propri mezzi. Piero Maccaferri è stato un artista libero e indipendente, non si è mai sentito "arruolato" in alcun contesto. 
 
In mostra si potranno ammirare anche alcune opere tra matite, inchiostri, pastelli, acquarelli e tempere. 
 
 Informazioni 
Dove: Vigevano - Spazio B – Palazzo Sanseverino
Indirizzo: Corso della Repubblica,19
Quando: da sabato 18 marzo 2017 a domenica 26 marzo 2017
Orario: sabato e domenica 16:00 alle 19:30 da lunedì a venerdì su appuntamento info: 339 8435715
 
 
Pavia, 14/03/2017 (14526)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool