Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 18 novembre 2017 (662) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Una giuria di sole donne
» Guarda come bolla
» Suzanne
» A letto dopo carosello
» Filastrocchevolmente
» La guerra dei Roses
» Tra la vita e le more
» La Famiglia Mirabella
» Pinocchio
» Il sogno di un uomo ridicolo
» La Stagione del Teatro Sociale Stradella
» Idiots
» Bianco
» Una giuria di sole donne
» Marea
» Giuseppe il Misericordioso
» The foam circus
» Agata e l’uovo di cioccolato
» La Lettera
» La Famiglia Mirabella

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» I me murus
» Una giuria di sole donne
» Guarda come bolla
» A letto dopo carosello
» Suzanne
» Filastrocchevolmente
» La guerra dei Roses
» Tra la vita e le more
» Sguardi Puri: Ridateci la verità!
» La Famiglia Mirabella
» Andà e gnì con Rosanna à l’è tut un rùsì
» Sbulloniamo
» Pinocchio
» Il sogno di un uomo ridicolo
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 14514 del 7 marzo 2017 (627) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
I due Cyrano
I due Cyrano

Hanno aperto le selezioni per il casting di Cyrano. Hanno provinato tutti (o quasi). Mancano due attori. Uno dei due arriva prima dell'altro. È nell'anticamera e aspetta di essere chiamato. È ansioso, come ad ogni provino, e pensa di non farcela, come ad ogni provino. Quando arriva l'altro candidato, il primo vuole toglierlo di mezzo fingendo di essere lui stesso il direttore del casting.

Tra i due nasce un gioco esilarante e crudele che li porta a tirare fuori la parte peggiore di sé, almeno in un primo momento. In palio c'è il ruolo più importante della loro vita: entrambi vogliono quella parte, ma entrambi sanno di essere inadatti.
Il tempo scorre, nessuno li chiama ma loro aspettano e l'anticamera in cui si stanno conoscendo diviene la metafora della condizione dell'attore condannato ad aspettare, a sentirsi impreparato e non all'altezza, a dover arrivare prima dell'altro per essere scelto.

Ma la situazione si complica un po’. Uno dei due attori, dopo aver incontrato il regista e aver fatto il provino, torna con il volto e la camicia macchiata di sangue. Non si sa bene cosa sia successo nell’altra stanza, certamente qualcosa di irrimediabile. I due si ritrovano quindi a dover gestire una situazione paradossale. Il cadavere, o il presunto tale, li mette davanti a delle scelte difficili. Complici involontari di una black comedy che non ha vie d’uscita. 

Sostenuto nell'ambito del progetto “Next - Laboratorio delle idee” promosso dalla Regione, a cento anni dallo scoppio della Grande Guerra, lo spettacolo propone uno sguardo critico e disincantato.
 
 Informazioni 
Dove: Mede - Teatro Besostri
Indirizzo: Viale Matteotti 33
Quando: sabato 11 marzo 2017
Orario: 21.00
Note: Biglietti: interi € 20,00 – ridotti studenti sino a 26 anni e over 65 € 17,00 – ragazzi 6/15 anni € 12,00
Prenotazioni e prevendita presso il Comune di Mede il mercoledì e il venerdì dalle ore 9,30 alle 12,30 e sabato 11 marzo presso la biglietteria del teatro dalle ore 10,00 alle ore 12,00 e da un’ora prima dell’inizio.
Per informazioni e prenotazioni:  info@teatrobesostri.it – Telefono 335.7848613

 
 
 
Pavia, 07/03/2017 (14514)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool