Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 30 aprile 2017 (825) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» A tu per tu con trittico veneziano
» Pasqua e Pasquetta al Castello Visconteo
» Sabato con Shanti
» A colazione con Alboino
» In visita all'ex monastero di San Tommaso
» Camminata golosa di primavera
» Percorsi in Pavia antica
» Vino e storia sulle colline del sole
» Mostri nella penombra
» L'Amore da sempre per sempre
» Una giraffa al Museo
» Il romanico a portata di mano
» Visita a Palazzo Botta
» Vaghi e svaghi nella Pavia che fu
» Al famedio di Mortara
» A tu per tu con la Monaca di Monza
» Io sto con gli ipopotami
» Da Varzi… alla Provenza
» Tour Romanico in Lomellina
» Anche il Museo ha vissuto le sue guerre…

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Rassegna di animali di alta e bassa corte
» 25 aprile al castello Visconteo
» Mostra Mercato di Primavera
» Buon compleanno Ateneo!
» Pasqua e Pasquetta al Castello Visconteo
» Belgioioso Giornate Magiche
» Notte al castello con il Ghost Hunters Team
» Cult-City #inLombardia Pavia Capitale Longobarda
» Tra vino e castelli
» Le Spitfire a Pavia
» In visita all'ex monastero di San Tommaso
» Naturalmente Oltrepò
» Torre in Festa!
» Camminata golosa di primavera
» Giornate FAI di Primavera
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 14507 del 6 marzo 2017 (146) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La signorina del celacanto
La signorina del celacanto

La mattina di sabato  del Museo di Storia Naturale dell'Università di Pavia, sarà dedicata in particolare a uno dei reperti che, dalle collezioni di via Guffanti è stato trasferito in Piazza Botta:  il celacanto, nome scientifico Latimer chalumnae, che accoglie visitatori in una vasca-acquario in cui fa bella mostra di sé.

E' un rarissimo esemplare di fossile vivente, un pesce chiamato anche latimeria dal nome della signorina Marjorie Courtnay-Latimer che qualche decennio fa lo ritrovò nelle reti di una barca di pescatori nel Canale di Mozambico. Correva l'anno 1938 e la scienziata, curatrice del Museo di Storia Naturale di East London in Sudafrica, fece una scoperta sensazionale poiché il celacanto era allora considerato estinto da 80 milioni di anni. Pescato a 70 metri di profondità, fu subito appellato dai marinai "grossa lucertola di mare" per le sue strane pinne che assomigliavano molto a delle zampe. Miss Latimer non credeva ai suoi occhi e appena scorse il colore blu di quello strano pesce lo definì il più bello che avesse mai visto. Quella pigmentazione andò scurendo nell'arco di poche ora dal ritrovamento.  
Sono rari gli esemplari esposti nei musei nel mondo e Pavia può vantarne uno pescato anch'esso nel Canale di Mozambico nel 1963, per 114 centimetri di lunghezza. Il reperto, che era rimasto per alcuni anni esposto nello yacht dell'Aga Khan IV, fu poi donato alla nostra Università dal facoltoso principe.

Le sue pinne ventrali sono come dei piccoli piedi e costituiscono un abbozzo di arto vero e proprio che potrebbe rappresentare una forma di passaggio tra la vita acquatica e la vita terrestre, culminata nella progressione dal pesce all'anfibio, al rettile e infine al mammifero. Per essere trasferito alla nuova sede di Piazza Botta, la vasca-acquario è stata accuratamente svuotata dei suoi 120 litri di formalina che, a destinazione, è stata nuovamente riutilizzata per immergervi il prezioso reperto. 

Il celacanto pavese suscita da sempre grande interesse e curiosità e sarà il protagonista della visita guidata in programma alle ore 10.30

 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Museo di Storia Naturale dell’Università
Indirizzo: piazza Botta 9
Quando: sabato 11 marzo 2017
Orario: 9.00-12.00
Note: L'ingresso al Museo è a pagamento (gratuito under 18, studenti fino a 26 anni, over 65), la visita guidata (facoltativa) è gratuita.
Per info museo@unipv.it. Non è necessario prenotare. 

 
 
Pavia, 06/03/2017 (14507)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti