Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 18 novembre 2017 (361) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Il Futuro dell’Immagine
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» L' Eredità di Corrado Stajano
» Il pentagramma relazionale
» Ghislieri 450. Un laboratorio d’ Intelligenze
» Progettare gli spazi del sapere: il caso Ghislieri
» La Viola dei venti
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'estate non perdona
» Il manoscritto di Dante
» Per una guida letteraria della provincia di Pavia
» A Londra con mia figlia
» Il naso della Sfinge
» Un comunista a Vigevano
» Pavia, silenziosi scatti
» L'importante è che torni il sole
» I Longobardi oltre Pavia: conquista, irradiazione, intrecci culturali
» Il mercante dei quadri scomparsi
» L'incredibile cena dei fisici quantistici
» Musica & Poesia tra il Mondo e l’Universo

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Africa da immaginario e realtà
» Informazione e disinformazione tra Rete e realtà
» The Dead City Project
» Incontro con Mino Milani
» Il Futuro dell’Immagine
» Conversazioni pavesi con Daniele Novara
» Studi sull'alto medioevo pavese
» Abitare la bellezza
» Da Ninive a Mosul
» Design e Arte per la Ricerca Scientifica
» L' Eredità di Corrado Stajano
» "Sorella Morte. La dignità del vivere e del morire”
» Dondi e Petrarca: un'amicizia tra Padova e Pavia
» Limyè
» Medicina e narrazione, quali i rapporti?
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14368 del 5 dicembre 2016 (1007) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Mino Milani, Il castello
Mino Milani, Il castello

Torna l'Imperial Regio commissario Melchiorre Ferrari e torna alle stampe Mino Milani con il suo nuovo "libro di San Siro", Il castello, di cui converserà in Salone Teresiano con Cristina Scalabrini e Beppe Benvenuto.

Il commissario Melchiorre Ferrari combatte il crimine all'Imperial Regia Delegazione di Polizia, con i suoi gendarmi e il fedele Steiner. Non ama allontanarsi da Pavia, né dalla sua casa in Contrada Mezzabarba. Eviterebbe ogni spostamento in carrozza: malgrado sia zoppo, dice di poter arrivare dappertutto. La città è al confine con il Regno di Sardegna; sul Ticino i pavesi contrabbandano solo «roba da bere e da mangiare»: lavoro di routine. Ma compare un dottore: «Lombroso. Cesare Lombroso. Ma non sono ancora dottore». Così si presenta, e il commissario, per quanto affascinato, non si fa convincere sulla questione del crimine come malattia congenita. La notizia di un'evasione preconizzata dal Lombroso lo fa vacillare: forse il dottorino non dice cose a vanvera. E si dimostra anche buon pittore: gli mostra il ritratto di una donna di cui si è innamorato. Ma quella donna fa innamorare anche i gendarmi. Si chiama Teresina e provoca un certo languore anche in Melchiorre: una sorta di inno alla giovinezza, che lo farà scantonare da qualche suo solido principio.

Così come i noir di Mino Milani si riallacciano alla grande tradizione del romanzo gotico ottocentesco, a sua volta Melchiorre Ferrari richiama Marlowe, il detective solitario di Raymond Chandler. Ancora una volta Milani ambienta il suo racconto nella Pavia asburgica, città di frontiera di un grande Impero al crepuscolo, città abitata da gente laboriosa che di poco si accontenta, di poco vive e poco sorride. Una città mestamente ordinaria, con le sue necessità, i suoi amori, le sue invidie, i suoi drammi e i suoi delitti. Una città di poche vittorie e frequenti sconfitte.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Salone Teresiano Biblioteca Universitaria di Pavia
Indirizzo: Strada Nuova 65
Quando: martedì 13 dicembre 2016
Orario: 17.00
 
 
Pavia, 05/12/2016 (14368)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool