Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 26 maggio 2017 (593) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» In principio lo stupore
» Taxi con vista
» Trame ed Enigmi
» Nel Segno del Dragnone
» Pavia Fotografia. Impressioni fotografiche
» Arte grafica italiana del XX secolo, dalla A alla Z
» Mostra dei Pelargoni
» Autori & Opere
» Donne Di Quadri
» Vite Sospese
» Haveria carissimo vedervi in questo habito
» UpsidedownTown
» Le fatiche di Ercole
» Pavia nelle carte di chi l’ha resa grande
» Antonio Ligabue
» Our Smiling face. La comunità psichiatrica si racconta
» Soldatini … che passione!
» Raccontami l’amore
» I volti dell'alienazione
» Angelo Elio Barabino: un viaggio attraverso il colore

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Siro Comics Festival del fumetto e dell'illustrazione
» #Ricomincioda50: la storia di Ilaria Capua
» Hystoria Atile dicti flagellum Dei
» L'estate non perdona
» Una giornata a Palazzo Botta
» In principio lo stupore
» Una serata al Museo
» Passatofuturo: le lezioni in piazza Leonardo da Vinci
» Il manoscritto di Dante
» #ScrittoriInCollegio
» Andavo per nuvole e onde
» A tu per tu con Pasquale Massacra
» Raccontami – Storie epiche di Vita e di Sport
» Pomeriggio e sera al Museo per la Storia
» La mummia ritrovata
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14366 del 5 dicembre 2016 (559) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Itinerari della grafica
Itinerari della grafica

Molti grandi nomi della storia dell’arte contemporanea hanno dedicato parte della loro esperienza artistica alla grafica e al multiplo d’autore. Anzi, per alcuni di loro (è il caso ad esempio di Mirò o di Giorgio Morandi), è stata proprio l’arte grafica ad aver reso peculiare ed esclusivo il loro percorso creativo. Non è facile fare grafica a livelli alti: richiede tecnica, vocazione e, soprattutto, la fine professionalità dello stampatore.

Lo può ben testimoniare Giuliano Allegri che, nella sua bottega fiorentina (la galleria La Bezuga) ha curato prestigiose edizioni d’arte. Nomi illustri, opere ormai entrate nella storia del segno inciso e stampato. Tracce preziose che ora riemergono in questa mostra, ospitata negli spazi prestigiosi del Castello di Belgioioso.

Un itinerario che comprende le acqueforti di Renato Guttuso: un’aquila resa vitale dal bulino usato dal maestro siciliano come fosse una matita, le mani plaudenti e il pugno chiuso che è il cuore pulsante della grafica realizzata per la Festa nazionale dell’Unità del 1975. Poi le opere di Sebastian Matta, il maestro assoluto del surrealismo con cui Allegri collaborò a lungo. Accanto a questi fogli, altri realizzati da grandi autori che raccontano come i percorsi della grafica siano assolutamente degni di essere affrontati e compresi: quando la carta incontra l’arte, nel più “letterario” dei rapporti creativi, spesso nascono capolavori.

Saranno esposte opere di un elegante ed eletta schiera di artisti: Abakanowicz, Annigoni, Battiato, Bertocci, Calabria, Caruso, Chagalle, Chia, Cini, Clerici, Cremonini, Fantoni, Fattori, Fiume, Franceschi, Ghelli, Giannini, Granchi, Guttuso, Marini, Matta, Mirò, Mattioli, Sassi, Sassu, Scoino, Sonfist, Spinnicchia, Vasarely e Vedova.

Esposizione ideata da Edizioni La Bezuga e M.A.C.O’ Modern Art Center Oltrepò.

 
 Informazioni 
Dove: Belgioioso - Castello di Belgioioso
Quando: da sabato 3 dicembre 2016 a domenica 18 dicembre 2016
Orario: feriali: 14,00 – 18,00 - festivi e prefestivi: 10,00 – 12,30/15,00 – 18,30
Note: Ingresso con catalogo acquistabile all’entrata € 5,00 

 
 
Pavia, 05/12/2016 (14366)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti