Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 27 aprile 2017 (677) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Officinalia
» Festa delle oasi e riserve Lipu
» Occasioni di festa a Rivanazzano!
» Belgioioso Giornate Magiche
» Giornata Goldoniana
» Cult-City #inLombardia Pavia Capitale Longobarda
» Diamoci la zampa
» Mercatino Regionale Francese
» Naturalmente Oltrepò
» Giornate FAI di Primavera
» Mercatino del Riuso - Nuova vita alle cose
» A Pavia torna Chocomoments
» Hop Hop Street Food
» Nel segno del Pi greco
» Donne si raccontano al Castello
» Broni a tutto cioccolato!
» Vigevano città da amare
» Chocomoments a Siziano
» Scarpadoro Half Marathon 2017: si aprono le iscrizioni!
» III Scarpadoro di Babbo Natale

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» PaviArt
» Vieni ai laboratori civici
» Natuzza Evolo-Mistero di una vita
» Nel segno del Pi greco
» Home
» Libera: racconta Rossella Casini
» La Mente Quantica
» La Gardenia di AISM
» Principesse o draghi?
» Tecnologia a portata di bambino
» "Diario di una schiappa" storia di un caso editoriale
» “Odeon senza Barriere”
» Chi ha paura dell'adolescente adottato?
» Concorso Video: "Il diritto di vivere liberi/libere dalla violenza"
» Pavia città amica dei bambini
 
Pagina inziale » Oggi si parla di... » Articolo n. 14361 del 2 dicembre 2016 (707) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
L’Arte delle Mani e non solo....
L’Arte delle Mani e non solo....

Non solo cultura ma anche arte al Castello Malaspina di Varzi che, in previsione del periodo natalizio, organizza per il week-end dell’Immacolata quattro giorni dedicati alla creatività.

Ospiti del Castello saranno alcuni tra i migliori artisti e artigiani provenienti da diverse zone del Nord Italia, in arrivo in Oltrepò per esporre le loro opere al pubblico: «L’Arte delle Mani – ha spiegato Giorgio Rizzotto, organizzatore dell’evento – non è solo un mercatino di Natale ma una vera e propria mostra-mercato in cui ad essere in vendita sono pezzi unici, curati in ogni dettaglio. Bandite le fabbricazioni industriali in serie, sui tavoli si troveranno oggetti di ogni tipo rigorosamente realizzati a mano: dalle ceramiche decorate con la tecnica giapponese del Raku si passa a quelle “intagliate”, dai capi di abbigliamento femminile in fibre naturali pregiate e stampate con tinture naturali a quelli realizzati con scampoli di tessuto e lana, dalle varie lavorazioni in legno (ce ne sono con motivi rurali pirografati piuttosto che intarsiati) agli splendidi bijoux creati con vari materiali, fino ad arrivare ai saponi naturali, alle creme e agli altri prodotti per il benessere. Non mancherà, ovviamente, una parentesi dedicata ai prodotti gastronomici tipici del territorio, tra cui conserve naturali, formaggi caserecci, salumi, miele e molto altro ancora…».

Tra luci a cascata, addobbi natalizi e raffinati allestimenti, il Castello si trasformerà per l’occasione in un magnifico palazzo fiabesco per incorniciare al meglio quelle che, a tutti gli effetti, possono essere definite opere d’arte: «Fin da quando abbiamo riaperto i battenti un anno fa - ha detto il proprietario, il Conte Enrico Odetti di Marcorengo - abbiamo organizzato una serie di eventi pensati per valorizzare le risorse artistiche del territorio. Tra queste figurano, ovviamente, anche i suoi artigiani e noi siamo lieti di poterli accogliere qui da noi con le loro magnifiche creazioni».

Ad allietare, e ingolosire, il pubblico in visita ci saranno anche alcuni eventi collaterali, a partire dalle occasioni di degustazione di piatti tipici della tradizione locale, previste nei quattro giorni all’ora di pranzo, per proseguire con appuntamenti musicali e gourmet assolutamente da non perdere.

Giovedì 8, a partire dalle 18.30, via ad un apericena musicale, con delizie oltrepadane ad accompagnare le note del duo acustico "The Delta Junkmen" - formato da Hernan Ray Douglas (voce e chitarra) e Alessandro Roveda (voce e armonica). Il duo, che con l’occasione presenterà il primo cd “Anatomy of the Blues” (prodotto da “La Parrocchia del Blues”), propone brani originali conditi con le vecchie e ancestrali formule del blues.
«La musica deiThe Delta Junkmen ha il sapore delle strade desolate d’America, della polvere, del sudore… e il colore della ruggine delle macchine abbandonate. È un viaggio senza meta, con il cuore perennemente distrutto da amori impossibili. In compagnia di personaggi che non hanno più niente da chiedere alla vita».

Venerdì 9, alle 20.00, un piccolo viaggio culinario in provincia, in collaborazione con AgriPavia: delle colline, si passa alla pianura per un omaggio alla cucina della Lomellina, con un menù tutto giocato sulla più grande protagonista delle tavole mortaresi: l’oca.

Sabato 10, sempre alle 20.00, la serata si aprirà con una cena che vedrà protagonista assoluto lo zafferano dell’Oltrepò (Az. Agr. “Fattoria La Robinia”), dall’antipasto al dolce, per chiudere con una grappa aromatizzata con il pregiato pistillo!
Si prosegue con il concerto di una band di 8 elementi che vede come front man lo scintillante  Sergio Tamburelli, grande intrattenitore oltre che indiscusso artista musicale, ben noto sia in Italia sia all'estero. La formazione della serata, che proporrà brani soul e blues, dai Blues Brothers a Luis Armstrong, passando per il jazz fino ai rifacimenti di vecchi brani dei grandi musicisti del genere,  è frutto di un nuovo progetto - Tamboo Jazz&Blues Society - che – così come si presenta – «elabora tutto quello che passa per la testa di: Sergio "Tamboo" Tamburelli  (Mister T Blues) - voce e ammennicoli vari, Alessandro Roveda – Armonica e voce; Carlo Botteri  - MC e basta; Alessandro Balladore – Chitarre; Andrea Imelio – Basso; Stefano Resca – Batteria; Max "Paga" Paganin - Tromba e Andrea "Manu" Manuelli - Organo Hammond».

 
 Informazioni 
Dove: Varzi - Castello Malaspina
Indirizzo: Piazza del Municipio
Quando: da giovedì 8 dicembre 2016 a domenica 11 dicembre 2016
Orario: 10-19
Note: Ingresso libero alla mostra-mercato.
Per pranzi, apericena e cene è vivamente consigliata la prenotazione: tel. 346 9588786, e-mail: info@castellodivarzi.com.

 
 
Pavia, 02/12/2016 (14361)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti