Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 14 aprile 2021 (449) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un anno al Fraschini
» I Fratelli Lehman
» Il Gabbiano
» Caffè Corretto
» After Miss Julie
» Se il tempo fosse un gambero?
» Ogni volta che si racconta una storia
» Teatro Fraschini: Stagione 2018/2019
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Spirito di Copenaghen
» Quà quà attaccati là
» Sette topi in cucina. Chi ha paura di Le Grand Miaò?
» Stelle Erranti. Perché il vento non le porti via
» Piccoli Crimini Coniugali
» Ed ero più mata de prima
» Sogno di una notte di mezza sbronza
» Fabule & Scarpule
» Tramp
» Il Mercante di Monologhi

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 14356 del 28 novembre 2016 (2050) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Tradimenti
Tradimenti

Leggendo la commedia di Pinter, che va a ritroso dal 1977 al 1968, con i miei attori Angiolini, Scianna e Biscione,  - scrive nelle note di regia Michele Placido - abbiamo fatto un gioco, cioè leggerla dall’ultima scena, che si svolge appunto nel 1968, per poi procedere fino al 1977. È chiaro che Pinter si diverte a spiazzare il lettore/spettatore con il gioco a ritroso, partendo da un dialogo che segna la fine del sentimento che coinvolge i tre protagonisti e che si svolge in un bar nell’anno 1977. Scena che, appunto, segna l’inizio della commedia e che prosegue andando indietro negli anni fino alla bellissima descrizione della festa in pieno stile sessantottino, con alcool e droghe leggere, ambientata a casa di Robert ed Emma, in cui Jerry tenta di sedurre la moglie dell’amico Robert.

Il prossimo 1 dicembre al teatro Fraschini Ambra Angiolini , Francesco Scianna e Francesco Biscione, saranno i protagonisti della commedia Tradimenti per la regia di Michele Placido, produzione Goldenart.

Emma, manager in una galleria d’arte, e Jerry, scrittore e agente letterario, si rivedono due anni dopo la fine della loro relazione. Sono stati amanti per cinque anni, distraendosi dai rispettivi matrimoni in un appartamento preso in affitto, finchè Robert, marito di Emma e testimone di nozze di Jerry, costringe la moglie ad ammettere il tradimento, dopo aver sospettato a lungo sulla relazione tra i due. L’apparente banalità del ménage tra marito, moglie e amante si dissolve nel protrarsi della narrazione all’indietro.

Il testo 'Tradimenti 'nasce da uno spunto autobiografico: Harold Pinter, sposato con l’attrice Vivien Marchant, visse una relazione lunga sette anni con la presentatrice televisiva Joan Bakewell. Scritta nel 1978 e ambientata tra Londra e Venezia, questa è una delle commedie più famose dello scrittore premio Nobel 2005 per la letteratura, portata sul grande schermo nel 1983, diretta da David Hugh Jones con Jeremy Irons, Ben Kingsley e Patricia Hodge.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Teatro Fraschini
Indirizzo: C.so Strada Nuova 136
Quando: giovedì 1 dicembre 2016
Orario: 21.00
 

La Redazione

Pavia, 28/11/2016 (14356)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool