Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 17 gennaio 2020 (321) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
» Il telero di Tommasi Gatti restaurato
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Canti e storie nel bosco incantato
» La notte dei cantastorie
» Oltre lo sguardo
» L'altro Leonardo
» Looking for Monna Lisa
» Pavia Art Talent: una fiera per l'arte accessibile
» Incontro con Giorgio Scianna
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14336 del 17 novembre 2016 (2438) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ne fu cacciato Goldoni ora ci entrano le donne
Ne fu cacciato Goldoni ora ci entrano le donne

Dal 1966 a oggi oltre mille alunne, tra cui scienziate, studiose e manager hanno frequentato il prestigioso collegio Ghislieri, che in occasione del cinquantesimo anniversario  dell’inaugurazione della Sezione femminile, rende loro omaggio con una giornata celebrativa e una mostra allestita nel Salone San Pio.
Un'iniziativa fortemente voluta dal Ghislieri, come afferma anche il Rettore, Andrea Belvedere: "L'arrivo delle studentesse è stato il momento in cui il Collegio è diventato "completo". Da quel momento siamo stati pronti a proiettarci verso il futuro". 

La sezione femminile fu creata grazie alla volontà dell'allora Rettore Aurelio Bernardi, studioso di storia romana, e alla generosa donazione di Sandra Bruni, imprenditrice che credeva nella valorizzazione del merito e nell'istruzione per tutti. Accogliendo le prime 40 alunne nel 1966 il Ghislieri diveniva non solo il primo collegio universitario di merito aperto anche a studentesse in Italia, ma il primo collegio misto, all'insegna di una politica paritaria che da allora lo contraddistingue.
Nel frattempo le alunne passate per il Ghislieri, contando anche le ultime arrivate questo settembre, sono diventate 1062 sparse nel mondo, dalla Cina agli Stati Uniti passando per tutta Europa e affermate in ogni campo: medici, avvocati, magistrati, ingegneri, ricercatrici, insegnanti, giornaliste.

La storia della sezione femminile del Ghislieri è raccontata in una mostra curata da Giulia Delogu, alunna entrata in Collegio nel 2005 e ora tornata a Pavia dopo studi e ricerche a Parigi, Trieste, Stanford e Venezia. Tra foto, documenti e articoli di giornale degli anni '60 – il titolo stesso "Ne fu cacciato Goldoni ora ci entrano le donne" deriva proprio da un articolo del Corriere della Sera nel 1967 – spicca un grande pannello che raccoglie fotografie e i pensieri di 50 generazioni di ghisleriane creando tra di loro un ponte ideale.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Salone San Pio, Collegio Ghislieri
Indirizzo: Piazza Ghislieri 5
Quando: da lunedì 21 novembre 2016 a venerdì 16 dicembre 2016
 

La Redazione

Pavia, 17/11/2016 (14336)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool