Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 23 settembre 2019 (298) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» Il romanzo di Baslot
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14315 del 7 novembre 2016 (2218) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Rendez-Vous con Sergio Dangelo
Rendez-Vous con Sergio Dangelo

Dal prossimo 18 novembre lo Spazio per le Arti contemporanee del Broletto di Pavia ospiterà la mostra Sergio Dangelo- Les Rendez-Vous, antologica dedicata all'opera di uno degli artisti più fecondi e originali del panorama italiano del secondo dopoguerra, fondatore, con Enrico Baj, del Movimento Arte Nucleare.

L'esposizione, che rimane aperta al pubblico fino al 18 dicembre 2016, è curata da Francesco Tedeschi, organizzata e promossa dall'associazione Giorgio La Pira di Pavia in collaborazione con il Settore Cultura del Comune di Pavia.
È con grande piacere che ospitiamo nelle Sale dello Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto la mostra antologica di un importante maestro del Novecento, protagonista indiscusso dell'arte d'avanguardia degli anni Cinquanta-Sessanta. Sergio Dangelo, che è stato fondatore con Enrico Baj del Movimento Arte Nucleare, torna dopo molti anni a esporre in uno spazio pubblico, e sceglie Pavia come sua meta. È un grande onore per la nostra città e, penso, una tappa significativa del percorso di attenzione all'arte contemporanea che stiamo cercando di sviluppare a Palazzo Broletto, nel cuore della città, che immaginiamo come un centro civico aperto alla cultura e all'incontro. L'arte del maestro Dangelo, credo, né permetterà in questi giorni una importante valorizzazione, dichiara Giacomo Galazzo, Assessore alla Cultura del Comune di Pavia.

Allestite in mostra, secondo un percorso prevalentemente cronologico, sono un'ottantina di opere, tra cui una cinquantina di dipinti e lavori a parete, una ventina di collage e una dozzina di "Hand-mades" (assemblaggi tridimensionali), testimoni di una personalità eclettica, fonte inarrestabile di idee, virtuosismo e sperimentazione.
Le opere provengono da diverse collezioni private, dalla Fondazione Mudima di Milano (per conto della quale è stato anche edito il catalogo della mostra) e dalla collezione Intesa Sanpaolo.

Con l'esposizione pavese, l'opera di Sergio Dangelo (nato a Milano nel 1932) ritorna in uno spazio pubblico, a distanza di anni dai più importanti appuntamenti museali (come le mostre personali a Palazzo Reale di Milano nel 1972 e al Museo d'Arte Moderna di Gallarate nel 1995), e si propone di raccontare una lunga storia creativa, che ha visto l'artista partecipare a numerosissime esposizioni in tutto il mondo e vede la sua opera presente in diversi musei e raccolte d'arte moderna e contemporanea - il Comune di Milano, per esempio, tramite la Collezione Boschi Di Stefano, conserva alcune decine di sue opere, solo alcune delle quali sono esposte nelle sale della casa museo Boschi Di Stefano.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Spazio per le Arti contemporanee del Broletto
Quando: da venerdì 18 novembre 2016 a domenica 18 dicembre 2016
Orario: da martedì a venerdì ore 16-19, sabato e domenica 10.30-12.30 - 16-19
Note: Inaugurazione ore 18.30 del 18 novembre 2016
ingresso libero

 
 
Pavia, 07/11/2016 (14315)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool