Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 23 settembre 2019 (310) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» Il romanzo di Baslot
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Prima che le foglie cadano
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Presentazione inutile
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14297 del 1 novembre 2016 (2138) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Che Bellezza!
Che Bellezza!

La mostra multimediale “Che Bellezza!” è dedicata a don Giovanni Zorzoli e vuole essere un tributo della sua città all’anima di un uomo che ancora oggi vive nel ricordo in ognuno dei cittadini di Mortara, ma che ha lasciato un patrimonio artistico unico in Italia.

Don Giovanni Zorzoli fu uno dei più prolifici e originali autori di caricature di musicisti e letterati nel 900. I suoi lavori sono connotati sempre da una sottile ironia e dalla conoscenza profonda della personalità e della vita dei soggetti che caricaturava, di cui conosceva intimamente l'anima grazie anche al suo percorso mistico di grande esorcista (e a particolari colloqui e rivelazioni private che avrebbe avuto con i più grandi musicisti del passato).
Artista completo, utilizzava varie tecniche, dipingendo anche su supporti insoliti e utilizzando per dipingere anche il sigaro, residui di caffè o di cappuccino e minerali. Appassionato di natura, vedeva in essa la “Bellezza di Dio”, collezionando erbari, meteoriti, minerali, sabbie, ecc. Fu anche attore comico.

La mostra  vuole rappresentare a tutto tondo il pensiero di Don Giovanni Zorzoli (artista, sacerdote, uomo di cultura, scout, mistico, esorcista) e consentire l’incontro di chi lo ha amato, tra cui tanti giovani. Un pensiero universale, messo in atto in una piccola città di provincia, ma che necessita di diffondersi e di superare ogni confine.

Il visitatore che accede al'esposizione si troverà di fronte ad un ambiente, l’Auditorium di Mortara, trasformato, oscurato e rimodellato attraverso la luce. La platea sarà completamente liberata delle poltrone di sala, e al centro sarà posizionata una scrivania, quella di Don Giovanni, cosparsa di oggetti a lui cari e leggermente illuminata. Al centro della scrivania un libro con pagine bianche su cui appaiono testi dalla perfetta calligrafia e immagini e caricature. Davanti alla scrivania una sedia vuota, e intorno un vuoto occupato dalla proiezione di parole, segni, giochi di luce che cospargono il pavimento di pensieri e visioni. E ancora, a formare un cerchio, alcune teche illuminate contenenti gli oggetti collezionati da Don Giovanni Zorzoli per gli altri.
Sulla parte più esterna, a formare una parete circolare trasparente, le proiezioni di altri testi, colori ed immagini che convergono verso il palcoscenico, il cuore dell’installazione multimediale: una realtà olografica dell’anima artistica, musicale, culturale e religiosa di Don Giovanni Zorzoli. Da vari punti della sala dell’Auditorium proverranno fonti sonore musicali, vocali. E infine il tributo dei cittadini e dei visitatori al loro padre spirituale. Presso l’auditorium sarà installata una MemoryBox, ambiente munito di telecamera e microfono dove ognuno potrà lasciare un messaggio vocale o video in onore di Don Giovanni. Questo messaggio elaborato diventerà parte dell’installazione multimediale stessa durante i giorni dell’esposizione.

Che Bellezza! è una mostra multimediale interattiva, che cresce insieme ai visitatori.

 
 Informazioni 
Dove: Mortara - Auditorium Città di Mortara
Quando: da martedì 1 novembre 2016 a domenica 20 novembre 2016
Orario: lun-ven h 16-19. Sab-dom h 10-20. Le mattine su prenotazione
 
 
Pavia, 01/11/2016 (14297)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool