Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 24 settembre 2019 (364) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il gioco di Santa Oca
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» Il romanzo di Baslot
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Prima che le foglie cadano
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14154 del 2 settembre 2016 (2794) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Dal telegrafo parlante allo smartphone
Dal telegrafo parlante allo smartphone

Nel maggio del 1956 venne costituita la sezione di Vigevano dell’Associazione Radioamatori Italiani. L’esperienza della Seconda Guerra Mondiale era ancora lì, viva, presente nella vita di ognuno di quegli uomini che costituirono l’inizio di un’avventura che prosegue ancora oggi.

Comunicare superando i confini fisici ed ideologici, comunicare al di là delle barriere linguistiche; obiettivi a dir poco rivoluzionari, considerando, appunto, il contesto storico.
Conseguiti i sessant’anni di attività questi obiettivi sono ancora rivoluzionari? La risposta è evidentemente affermativa, proprio, di nuovo, considerando il contesto storico.

La sfida è ancora maggiore perché, nel frattempo, la realtà tecnologica della comunicazione ha imposto una continua evoluzione culturale. I radioamatori, non si sono sottratti a tale processo e, nel corso degli anni, è emersa, inevitabilmente, l’esigenza di sviluppare la Missione dell’Associazione, di non rimanere confinati alla rice-radiotrasmissione, ma porsi nei confronti della comunicazione quale attore maturo e competente, che, dal 2009, collabora stabilmente con il Museo della Tecnica Elettrica dell’Università di Pavia, per la diffusione della cultura storico-tecnica.

Celebrare i sessant’anni di attività, vuol dunque anche dire, celebrare questa acquisita maturità culturale proponendo alla Città di Vigevano una mostra temporanea dedicata alla radiotelefonia ed alla telefonia.
Occasione di per sé unica, poiché la Collezione di telefoni della Sirti Spa, curata dal Museo della Tecnica Elettrica, viene esposta per la prima volta dopo più di vent’anni. 

Estetica, valore tecnico, design, evoluzione delle forme e delle funzioni. Il telefono è sempre stato non solo mezzo di comunicazione, ma anche messaggio e strumento di misura dell’evoluzione tecnologica della società. Oggi è la comunicazione, la sua sublimazione.
In pochi centimetri cubi è racchiusa l’intera tecnologia conosciuta dall’uomo per poter comunicare: voce, immagini, testo; telefono, computer, radio, televisione e… radio rice-trasmissione.

Verranno allestite due linee espositive, una, per l’appunto, dedicata ai telefoni che saranno selezionati in un numero adeguato a raccontare, attraverso i dispositivi stessi, l’evoluzione di cui sopra; l’ultimo oggetto sarà uno smartphone (marca e modello da definire), che chiuderà questo primo percorso, ma che rappresenterà anche il punto di congiunzione con la, parallela, linea espositiva dedicata ai radio rice-trasmettitori. Questa seconda linea ha come obiettivo evidenziare, per mezzo di un limitato numero di oggetti, una particolare linea evolutiva: quella che porta, anch’essa, di nuovo, allo smartphone. Proprio quest’ultimo, di marca e modello identici a quello precedente, chiuderà il secondo percorso, ricongiungendosi così al primo.

 
 Informazioni 
Dove: Vigevano - Sotterranea del Castello
Quando: da venerdì 9 settembre 2016 a lunedì 12 settembre 2016
Orario: ven.: dalle 18.00 (inaugurazione) alle 23.30, sab.: dalle 9.00 alle 23.30, dom.: dalle 9.00 alle 23.30, lun.: dalle 9.00 alle 14.00
Note: Progetto organizzativo a cura di Museo della Tecnica Elettrica – Università di Pavia e  Associazione Radioamatori Italiani, Sezione di Vigevano. 

 
 
Pavia, 02/09/2016 (14154)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool