Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 24 luglio 2017 (456) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Volto di Volta
» Pomeriggio al museo
» Apertura straordinaria del Castello Beccaria
» Tramonti Di..Vini
» La mia Africa
» Prima giornata nazionale dei piccoli musei
» Visite guidate al Monastero di Santa Maria Teodote
» A tu per tu con Pasquale Massacra
» La mummia ritrovata
» La Pavia di Max
» A tu per tu con trittico veneziano
» Pasqua e Pasquetta al Castello Visconteo
» Sabato con Shanti
» A colazione con Alboino
» In visita all'ex monastero di San Tommaso
» Camminata golosa di primavera
» Percorsi in Pavia antica
» La signorina del celacanto
» Vino e storia sulle colline del sole
» Mostri nella penombra

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Le meraviglie del mondo sommerso
» A tu per tu con Guglielmo Chiolini
» La Viola dei venti
» Festival UpPavia 2017
» Mons. Giovanni Giudici al Ghislieri
» Cine, Telling & Story - RINVIATO
» Solo noi. Storia sentimentale e partigiana della Juventus
» L'esperienza della pura perfezione
» Mi ricordo, sì, io mi ricordo…
» Incontro con Marco Missiroli
» Siro Comics Festival del fumetto e dell'illustrazione
» #Ricomincioda50: la storia di Ilaria Capua
» Hystoria Atile dicti flagellum Dei
» L'estate non perdona
» In principio lo stupore
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 14135 del 22 agosto 2016 (985) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
A tu per tu con la Monaca di Monza
A tu per tu con la Monaca di Monza

Uno:Uno. A tu per tu con l’opera, l’iniziativa organizzata dai Musei Civici del Castello Visconteo, con il sostegno dell’Associazione Amici dei Musei Pavesi, questo mese accende i riflettori sul dipinto la Monaca di Monza di Giuseppe Molteni (1800-1887), conservata nella Quadreria dell’Ottocento dei Musei Civici di Pavia.

L’appuntamento sarà caratterizzato dall’intervento della dottoressa Marta Brambati, che svolgerà un approfondimento sulla rappresentazione in pittura della figura di Marianna de Leyva, in arte Gertrude, ovvero la Monaca di Monza, protagonista di un clamoroso scandalo all`inizio del XVII secolo e resa famosa dal romanzo I promessi sposi di Alessandro Manzoni (1785-1873).

La Monaca di Monza diventa il simbolo della condizione femminile nei secoli passati: una donna privata della libertà di scegliere il proprio destino, obbligata a farsi monaca per volere del padre. Il dipinto di Molteni rappresenta dunque l’occasione per sviluppare tematiche differenti in quanto ricco di spunti di approfondimento: dalla letteratura all’iconografia artistica, dalla storia della pittura ottocentesca alla storia del collezionismo pavese, che ha consentito di arricchire e far giungere fino ai nostri giorni, nelle raccolte della nostra città, opere degne di nota a livello internazionale. Si ricorda a tal proposito che il dipinto partì alla volta di San Pietroburgo in occasione della prestigiosa mostra La pittura italiana del XIX secolo. Dal neoclassicismo al Simbolismo, allestita presso il rinomato Museo statale Ermitage nel 2011-2012, favorendo uno scambio culturale, divenuto proficuo se si pensa alla recente notizia del rinnovato accordo di collaborazionetra ilComune di Pavia, l’Università degli Studi di Pavia e il Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo per i mesi futuri.

Giuseppe Molteni, restauratore e pittore noto nella cerchia culturale milanese dell’Ottocento, grazie ai suoi ritratti degli esponenti della brillante società lombarda, ricevette la commissione di realizzare la Monaca di Monza dal cultore d’arte pavese Giuseppe Marozzi, amante sensibile delle figure femminili sensuali e dalla storia travagliata, come la protagonista del dipinto di Hayez l’Accusa segreta e infine Marianna di Leyva, la Monaca di Monza.
Il ritratto rappresenta la figura femminile in una stanza circondata da oggetti preziosi, come il delicato crocifisso in avorio realmente esistente e conservato al museo del Poldi Pezzoli di Milano, ed è eseguita con una resa abile nei dettagli come il velo del vestito monacale ma soprattutto nell’attenzione del volto della donna con gli occhi rivolti verso il basso in segno di accettazione alla forzata sottomissione del suo destino.
 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Musei Civici del castello Visconteo
Quando: domenica 28 agosto 2016
Orario: 11.00
Note: l' ingresso a Uno:Uno è gratuito per tutti i possessori della MY MUSEUM CARD, la carta che (al prezzo di 18 euro) apre le porte dei Musei Civici del Castello Visconteo per 365 giorni: una vera e propria tessera fedeltà – annuale e nominale – che consente l'accesso illimitato alle collezioni museali e alle mostre organizzate dai Musei Civici, la partecipazione gratuita a tutti gli eventi collaterali e riduzioni speciali per le mostre delle Scuderie e gli acquisti al bookshop. Per chi non fosse in possesso della MY MUSEUM CARD, l'iniziativa è aperta al costo simbolico di 1 euro: un piccolo contributo  alla salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della città.

 
 
Pavia, 22/08/2016 (14135)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti