Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 21 giugno 2018 (731) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Sagra della ciliegia
» A tutta zucca... Berettina!
» Sagra del peperone di Voghera
» Sagra della Lomellina
» La zucca è servita....
» 44^ Sagra della Rana
» Sagra della Cipolla 2016
» La Dolcissima di Breme
» XVII Sagra delle Ciliegie della Valle Schizzola
» Sagra del Pursè negär
» Brasadé a Pasquetta
» Scarpadoro di Babbo Natale
» Dopo le rosse… le bionde!
» Mele d’Oltrepò
» Dorno e la sua zucca!
» Sagra delle ove contadine
» Sagra dell'anguilla e della trota
» Breme: A tutta “Cipolla Rossa DeCo"
» Le ciliegie della Valle Schizzola
» Wide Open Shootout

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Napoleone a Pavia
» Sezione Romanica, sotto la lente...
» Palio del Ticino
» Lomello: un gioiello medievale
» C'era una Volta
» Casei Medievale 2018
» Sabato ai musei universitari...
» A tu per tu con la Pietà
» Day and Night al Castello Visconteo
» La Città delle 100 Torri
» A tutto museo
» Guardare e non toccare è una cosa da imparare!
» Varzi in Fiera
» Mercatino del Ri-Uso
» Visita guidata all'Ateneo
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 14016 del 6 giugno 2016 (1738) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
42^ Sagra della Ciliegia
42^ Sagra della Ciliegia

Il Comune di Bagnaria, da anni membro dell’Associazione Nazionale Città delle Ciliegie, ha nella cerasicoltura una tradizione che si protrae da secoli e che ha reso il nome del paese famoso anche oltre i confini provinciale.

La Sagra delle Ciliegia, che domenica prossima festeggerà sua 42^ edizione, vedrà l’allestimento di stand di produttori agricoli in P.zza Aldo Moro e nelle zone adiacenti al mercato ortofrutticolo coperto, per la vendita dei deliziosi frutti rossi, e non solo, di propria produzione.

Quest’anno la manifestazione prevede, per il quarto anno consecutivo, oltre al consueto mercato di prodotti tipici locali, anche la preparazione e distribuzione, dalle 12.00 alle 14.00, di Risotto con le ciliegie, accompagnato da vino rosso dell’Oltrepò Pavese.
L’iniziativa, vede la collaborazione tra aziende agricole locali e la Pro Loco Bagnaria, che si affianca anche all’associazione Calyx per l’organizzazione di una passeggiata agro-culturale con visite guidate alla scoperta della natura e della storia di questa località della valle Staffora che lega la sua fama ai duroni di inizio estate.
 
Il ritrovo è previsto per le 10.00 in località Ca’ del Monte (comune di Cecima) nel piazzale di fronte all’omonimo agriturismo. Da qui, si partirà per un’escursione di un paio d’ore in compagnia di guide locali che seguirà un sentiero già in quota sullo spartiacque tra la valle Staffora e la val Curone, al confine tra Lombardia e Piemonte. Il percorso è caratterizzato da boschi di roverella, castagni e cespugli di ginepro ed in parecchi punti, dove la vegetazione si apre improvvisamente, offre stupendi scorci panoramici sui rilievi circostanti e sui prati in fiore.
Si tratta di un’antica mulattiera in uso alla prima civiltà insediata su questi monti, quella dei Liguri. A questo popolo risale l’origine di molte attività che ancor oggi costituiscono il DNA agricolo dell’Oltrepò Pavese, come la coltivazione della vite, la lavorazione della carne suina e la produzione di formaggi. Lungo il tragitto, nell’area archeologica del Guardamonte, a quasi 800 metri di altezza, sono visibili i resti di un castelliere, ossia di un villaggio fortificato, probabilmente costruito dai Liguri per difendersi dalle invasioni celtiche del IV secolo a.C.. 

Il sentiero termina alle balze di Guardamonte, una terrazza panoramica naturale creata da una falesia di arenaria, molto nota tra i free climbers, da cui si domina con una vista mozzafiato l’abitato di Bagnaria.
Da questo punto, inizierà il percorso di ritorno per il recupero delle auto e la discesa al borgo di Bagnaria.

Dopo pranzo, verrà proposta la visita guidata del borgo antico arroccato su un promontorio dominante lo Staffora, alla scoperta della storia medievale di Bagnaria, antico feudo dei Malaspina, padroni delle vie commerciali tra il porto di Genova e la città di Pavia. Oltre all’impianto originario sono visitabili le vestigia di un’antica rocca, parti della cerchia muraria e gli interni di palazzo Malaspina.
(È richiesta la prenotazione possibilmente entro sabato 11 giugno, al 349/5567762 o al 347/5894890 o via mail calyxturismo@gmail.com)

 
 Informazioni 
Dove: Bagnaria
Quando: domenica 12 giugno 2016
 
 
Pavia, 06/06/2016 (14016)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool