Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 14 aprile 2021 (775) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un anno al Fraschini
» I Fratelli Lehman
» Il Gabbiano
» Caffè Corretto
» After Miss Julie
» Se il tempo fosse un gambero?
» Ogni volta che si racconta una storia
» Teatro Fraschini: Stagione 2018/2019
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Spirito di Copenaghen
» Quà quà attaccati là
» Sette topi in cucina. Chi ha paura di Le Grand Miaò?
» Stelle Erranti. Perché il vento non le porti via
» Piccoli Crimini Coniugali
» Ed ero più mata de prima
» Sogno di una notte di mezza sbronza
» Fabule & Scarpule
» Il Mercante di Monologhi
» Tramp

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 13842 del 4 aprile 2016 (2553) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Volute di fumo
Volute di fumo

Ad aprire la scena di Volute di fumo, spettacolo di teatro contemporaneo, è un totem alto 3 metri, composto da 12 tele quadrate di 50x50cm, dipinte da Marco Ferrari, tutte di colore rosso con simboli ancestrali, tranne una, bianca. Il totem spicca nel buio della sala e fa da prologo allo spettacolo. Nel buio e nel rumore la luce comincia ad affiorare insieme ad aneddoti, frammenti, storie e personaggi.

I personaggi raccontano, vivono, amano, continuano a vivere, ricordano, desiderano, piangono, ricominciano, sognano. Ripetono gli stessi gesti, vanno avanti e indietro; si mostrano, si nascondono, entrano in scena, ne escono. Entrano nel visibile, escono nell’invisibile. Si interrogano su che cos’è la vita, sull’assenza, sul desiderio, sull’impossibilità e sulla speranza.

Poi i personaggi sfumano, come il totem all’inizio è scivolato fuori di scena, si dissolvono come le volute di fumo, lasciando posto ad un altro totem che ha il compito questa volta di epilogo dello spettacolo. Sta a questi personaggi in maschera chiudere con un messaggio, il messaggio dell’imperatore di Kafka, il cui contenuto non viene mai rivelato, ma la cui importanza è tale da spingere all’azione il messaggero.

La scelta stilistica di CameraDoppia Teatro è quella di utilizzare poche parole, di lasciare spazio alle immagini, alle azioni sceniche amalgamate con la musica, i suoni, il video per preservare il mistero che sta allo spettatore decifrare. Ciò che l’occhio coglie e l’orecchio sente si deposita nell’intimo, il visibile arricchisce l’invisibile, lo sguardo si riversa nell’interiorità.

Molto stimolante si è rivelata la collaborazione con l’artista Marco Ferrari. Oltre al totem saranno esposte in teatro altre opere, monocrome, che si potranno ammirare prima e dopo lo spettacolo.
Il percorso artistico di Marco Ferrari è caratterizzato da un’intensa creatività e da una tecnica vibrante e personale. 

CameraDoppia è nata nel 2012 su iniziativa di Cristiano Tosi ed Elisabetta Ferrari. Entrambi con esperienza nel teatro contemporaneo, nel teatro-danza e nei linguaggi performativi. Hanno presentato i loro lavori nel pavese (festival Echoes, festival Molecole, Teatro della Luce, circolo Via d’acqua) e in rassegne nazionali come il festival Cosmonauti a Tuscania (VT) e il Festival Re.Te a Caramanico Terme (PE).

Oltre allo spettacolo, CameraDoppia sarà al TRT domenica 17 aprile con lo stage teatraleAlla ricerca del tempo perduto”, rivolto a tutti coloro che vogliono dare spazio alla propria creatività e alle proprie emozioni.

 
 Informazioni 
Dove: Rivanazzano Terme - Teatro di Rivanazzano Terme
Indirizzo: Viale Europa ang. Via Pedemonti
Quando: sabato 9 aprile 2016
Orario: 21.00
Note: prenotazioni e iscrizioni: e-mail: trt@prosceniospettacoli.it – tel. 338/4605903, 366/7303582.
Biglietto per lo spettacolo 10 euro, contributo per lo stage 20 euro.

 
 
Pavia, 04/04/2016 (13842)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool