Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 20 settembre 2020 (985) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Adesso che hai scelto
» Decamerone, vizi, virtù e passioni
» Signori... Le paté de la maison
» La fortuna si diverte
» Dopo il silenzio
» "Father" Bisio al Cagnoni
» Servo per due

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 13679 del 3 febbraio 2016 (2353) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Matti da slegare
Matti da slegare

Lo spettacolo Matti da slegare, versione italiana di Elling & Kjell Bjarne nata dalla coproduzione di Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano e Mismaonda, dopo le tappe al Sociale di Stradella e al Teatro Cagnoni di Vigevano in febbraio, arriva martedì 15 nel capoluogo.

Tratto dalla commedia del norvegese Axel Hellstenius, racconta le vicende di due personaggi, Elia e Gianni, vissuti in una struttura psichiatrica e divenuti amici per la pelle,  vengono “promossi” e mandati a vivere in un appartamento per dimostrare di potersela cavare da soli. 

Elia, che aveva trascorso la vita sempre solo con la madre, si era rivelato incapace di prendersi cura di sé. Gianni, ruvido e sbrigativo, comunque generoso e fragile, apparteneva ad una famiglia problematica, costituita da una madre alcolista e un patrigno violento. Un vero esperimento per due caratteri così diversi e difficoltosi per poter finalmente affrontare la vita sociale.

I protagonisti riusciranno nell’impresa grazie all’arte e al buon cuore, si “slegheranno” dai fantasmi del passato e troveranno una strada per rientrare nel mondo.

Particolarmente azzeccata la scelta di affidare a Enzo Iacchetti e Giobbe Covatta, diretti da Gioele Dix – ovvero a tre dei più apprezzati, riconoscibili, simpatici, popolari e socialmente sensibili personaggi dello spettacolo italiano – il trattamento di un tema rilevante e delicato come quello della malattia mentale. Le loro caratteristiche attoriali e registiche garantiscono un approccio alla materia fresco, ironico, addirittura spassoso e divertente. Nessun tentativo di patetismo, né alcuna traccia di retorica in questo leggero e al tempo stesso intenso ritratto di vita e amicizia, di passioni e dolori, di fobie e scelte coraggiose. 

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Teatro Fraschini
Indirizzo: c.so Strada Nuova, 136
Quando: martedì 15 marzo 2016
Orario: 21.00
 
 
Pavia, 03/02/2016 (13679)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool