Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 22 gennaio 2020 (212) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Musicisti Teatranti
» The Watermill Sessions
» Tornano i Tambognola Sconnection
» Anteprima Lowlands Beyond
» Midnight in Paris - Mezzanotte a Parigi in anteprima nazionale a Pavia!
» Lowlands - Gipsy Child
» Il Nuovo EP dei Lowlands
» Anteprima Mandolin Brothers
» Durkovic presenta il nuovo album
» Aminta in anteprima a Pavia
» Spazio Blues
» In stampa il nuovo Cd dei Back
» Lennon Memorial Concert 2005
» Felicità raggiunta
» John Lennon acustico
» Ad agosto al cinema
» The Passion in Italy
» Prima ti sposo, poi...
» Cinema d'agosto
» Matrix Reloaded

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
» Radiostrambodramma
» Un letto da favola
» Incontro con il Cinema d'Autore
» Anne Frank - Vite parallele
» Cartastorie
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 1365 del 2 ottobre 2003 (2305) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
03
03

Eh si! Anche quest'anno l'estate è finita e la voglia di "buon cinema" può anche far fare follie...
Ma, datemi retta, se state a Pavia o nelle vicinanze non è il caso di disperare...
Sta infatti avvicinandosi, e diventando sempre più tangibile, una corposa edizione di Sguardi Puri, SP'03, la rassegna da ormai cinque anni dedicata al Nuovo Cinema Italiano che ad ogni autunno porta in città oltre al cinema più "vispo" che è stato girato negli ultimi tempi anche gli autori, i registi, gli attori e i critici che ne hanno decretato la fortuna.

Certo questo è stato un anno particolare per il nostro cinema.

Alcuni film hanno infatti avuto un insperato successo, ben al di là delle più rosee aspettative, e sto parlando naturalmente de La finestra di fronte (ben nove settimane ininterrotte sugli schermi di Pavia), di Ozpetek, di Ricordati di me, di Muccino, de La meglio gioventù, di Giordana; per altri il successo è arrivato dopo la Biennale di Venezia, ed è il caso di Buongiorno, notte di Bellocchio, e, a quanto pare, lo sarà anche per The Dreamers di Bertolucci, anche questo reduce dalla rassegna del Lido.

Per altri il successo, almeno in provincia, è stato solo parziale (ed è il caso di Io non ho paura, di Salvatores, in realtà un ottimo film), e per altri ancora poi da noi non si è trovato neppure uno spazio di programmazione, una finestra sia pur piccola per riuscire a farsi vedere dopo gli applausi convinti di qualche platea in più di un festival...

Ma allora perché SP'03?

Innanzitutto per portare anche da noi proprio quei film che ci fanno dire: il cinema non è ancora morto, eppoi per far vedere, sentire, ascoltare chi, in quel cinema, in questo cinema, ancora ci crede.

Gente che non ha paura di salire su un treno e venire da Roma, da Napoli, dalla Calabria o dalla Sicilia per incontrare, nelle ormai quasi fredde notti pavesi, un po' di bella gente che ha ancora voglia di uscire di casa e chiacchierare tra amici dopo aver visto qualcosa di differente, di bello, di stimolante e di non-soporifero come, al contrario la cara vecchia scatola luminosa che sta in soggiorno continua imperterrita a fare... Beh... che c'è... volete qualche anticipazione?
Eccovi serviti: con le emozioni camorristico/classicheggianti di Luna Rossa di Capuano, già noto a Pavia per il bellissimo Vito e gli altri, o i fratelli Mazzieri con Giovani, un film sincero, che ha girato il mondo nei festival da Tallin a Parigi, da Rotterdam a Los Angeles, ma da noi, pur venendo dalla vicina Parma, non si è mai fermato. Ecco il documentario creativo di Lorenzi, Micali e Paoli (Genova senza risposte, e Marea Negra) che dalla Genova dei G8 ci porta alla Galizia invasa dal petrolio fuoriuscito dalla Prestige, con la passione del jazz che si mescola alla forza delle immagini di una realtà più cruda di qualsiasi finzione, ecco lo sguardo femminile di registe come Roberta Torre, Alina Marazzi o Wilma Labate, che con progetti che non potrebbero essere più differenti ci mostrano sempre e comunque un universo altro, un'esperienza differente eppoi l'esordio alla regia di Battiato, l'eroe pornodivo di Filiberti, il ragazzo "normale" di Marra, in Tornando a casa, così differente da quello di Virzì in My Name is Tanino.

Insomma, che dire, tante, tantissime le idee, gli stimoli per questa nuova edizione di SGUARDI PURI, sempre al Corallo-Ritz, sempre con gli autori dei film presentati...

Un unico dubbio ci tormenta... Riusciremo a metterla in piedi? E se ci riusciremo voi ci sarete a farci compagnia???

Io lo spero tanto!

 
 Informazioni 
 

Roberto Figazzolo

Pavia, 02/10/2003 (1365)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool