Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 14 aprile 2021 (427) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un anno al Fraschini
» I Fratelli Lehman
» Il Gabbiano
» Caffè Corretto
» After Miss Julie
» Se il tempo fosse un gambero?
» Ogni volta che si racconta una storia
» Teatro Fraschini: Stagione 2018/2019
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Spirito di Copenaghen
» Quà quà attaccati là
» Sette topi in cucina. Chi ha paura di Le Grand Miaò?
» Stelle Erranti. Perché il vento non le porti via
» Sogno di una notte di mezza sbronza
» Piccoli Crimini Coniugali
» Ed ero più mata de prima
» Fabule & Scarpule
» Tramp
» Il Mercante di Monologhi

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 13646 del 21 gennaio 2016 (2445) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Otello al Besostri
Otello al Besostri

Dopo il grande successo ottenuto nella scorsa stagione con Cyrano de Bergerac, ritorna sabato sera al Besostri di Mede la Compagnia Gank con un capolavoro di  William Shakespeare, Otello, presentato con grande successo in prima nazionale alla 36° edizione de La Versiliana Festival.

«Di tutte le tragedie di Shakespeare, Otellosecondo me – commenta il regista Carlo Sciaccaluga - è la più impressionante e la più terribile.
Dal momento in cui nel cuore di Otello si insedia la gelosia, il cuore e la mente dello spettatore sono stretti in una morsa. Amore, pietà, paura, speranza e timorosa sospensione dell'animo lo attraversano. Forse non esiste argomento più eccitante della gelosia sessuale che sale all'intensità della passione; sono sentimenti che comportano un senso di vergogna e di umiliazione, e per questo spesso si tengono nascosti. Perché una gelosia come quella di Otello converte la natura umana nel caos, e libera la bestia che è nell'uomo. Artefice di questa liberazione è forse il più grande tra i "villains" shakespeariani, Iago, in cui il male si dispiega sotto forma di una superiorità intellettuale comune solo ad Amleto e Falstaff. Per dirla con Harold Bloom, Iago è uno straordinario psicologo e drammaturgo, e il primo esteta della storia occidentale. Protagonisti di questo allestimento sono attori di provato talento, Filippo Dini e Antonio Zavatteri, che negli ultimi anni hanno ottenuto meritati riconoscimenti a livello nazionale.
La messa in scena risponderà a un'esigenza che avverto sempre più diffusa, quella di trovare una nuova via che superi l'odiosa distinzione tra spettacoli "colti" e spettacoli "popolari", gli uni spesso cerebrali e incomprensibili, gli altri ammuffite messe in scena. La nostra ambizione, invece, è di fare del nostro Otello uno spettacolo sia colto che popolare, che emozioni il pubblico ma che, come diceva Bertolt Brecht, gli stia anche "un passo avanti"

Sul palco con Filippo Dini, Antonio Zavatteri, Roberto Serpi, Alberto Giusta, Mariella Speranza, Andrea Nicolini e Silvia Biancalana.
 
 Informazioni 
Dove: Mede - Teatro Besostri
Indirizzo: Via Matteotti 33
Quando: sabato 30 gennaio 2016
Orario: 21.00
Note: Biglietto: Intero euro 22, ridotto studenti e over 65 euro 18. Prenotazioni e prevendita: presso il Comune di Mede nei giorni di mercoledì e venerdì dalle 9.30 alle 12.30 e sabato 30 gennaio dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 20.00 presso la biglietteria del teatro fino ad esaurimento posti.
Tel.: 335/7848613, e-mail: info@teatrobesostri.it

 

 

Comunicato Stampa

Pavia, 21/01/2016 (13646)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool