Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 18 settembre 2020 (901) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» 14^ Scarpadoro - via alle iscrizioni!
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» Festa del Roseto
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Dame e Cavalieri di oggi e di ieri
» Torna a Pavia il Mercatino del Ri-Uso
» Visita gratuita ai luoghi di San Riccardo Pampuri
» Un sabato al Museo per la Storia dell'Università
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 1361 del 30 settembre 2003 (3620) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
XXIII Palio delle contrade
XXIII Palio delle contrade

Il Palio di Vigevano entra nel vivo. Dopo gli appuntamenti di "Aspettando il Palio" che hanno animato la città ducale nelle ultime due domeniche di settembre, con la prima domenica di ottobre, la tradizionale manifestazione dà il via ai giochi.

Oltre 400 figuranti, agghindati con costumi che riproducono minuziosamente abiti del XV secolo, saranno impegnati nel corteo storico, che sfilerà per le vie del centro nel primo pomeriggio, e, subito dopo, nella prima sfida per la conquista del Palio, quest'anno dipinto dall'artista vigevanese (d'adozione) Paolo Sciarafani.

Il Gioco dell'Albero del melo cotogno - unico del Pre-Palio - riprende la vicenda di Muzio degli Attendoli che, al passaggio di una milizia di soldati, mentre stava lavorando nei campi decise di affidare il proprio destino al lancio della sua zappa su di un albero: se questa fosse ricaduta a terra, avrebbe continuato il lavoro del contadino, se fosse rimasta impigliata tra i rami, si sarebbe arruolato in quella milizia… Così avvenne e Muzio partì, dimostrandosi un combattente di valore.
Il "melo" è un albero stilizzato che supporta alcuni cestini, di diverso punteggio, nei quali i concorrenti dovranno lanciare le "zappe" qui rappresentate da fettucce di stoffa e il numero di quelle rimaste sull'albero stabilirà la classifica provvisoria delle 12 contrade.

La seconda domenica di ottobre, in occasione della festa del Beato Matteo Carreri - Patrono della Città -, si terrà il vero e proprio Palio. Tre i giochi ancora da disputare nel cortile del Castello Sforzesco per aggiudicarsi il "Cencio": i rappresentanti delle varie contrade saranno infatti impegnati nella Corsa delle carriole, nella Corsa con i cerchi e nel Gioco della torre, che li occuperà nella "ricostruzione della Torre del Bramante".

Valle della Parrocchia dei SS. Giovanni e Pio (con 7 vittorie all'attivo); Griona della Parrocchia della Beata Vergine di Fatima, SS. Crispino e Crispiniano della Parrocchia di Gesù Divin Lavoratore (entrambe con 4 vittorie); Bronzone della Parrocchia di S. Giuseppe, Cicerino della Parrocchia della Beata Vergine Addolorata, Costa della Parrocchia di S. Pietro Martire, Mercanti della Parrocchia di S. Francesco, Predalata della Parrocchia della Madonna Pellegrina, Strata della Parrocchia del Sacro Cuore (tutte con 1 vittoria); Castello della Parrocchia di S. Ambrogio, Contado della Parrocchia di Cristo Re e San Martino della Parrocchia della Beata Vergine Immacolata (che ancora non si sono aggiudicate un "cencio"): queste le contrade al cospetto della Corte Ducale di Francesco I Sforza, quale sarà la vincitrice della 23^ edizione?

L'attesa potrà essere ingannata grazie ai prodotti tipici, realizzati appositamente per il Palio, in degustazione e vendita nei banchetti allestiti all'interno del castello: la torta di mele nota come "cotignola", i biscotti e il vino "Rosso del Duca" sono alcune delle specialità che vi attendono a Vigevano.

 
 Informazioni 
Dove: Vigevano vie e piazze del centro e Castello Sforzesco
Quando: domenica 5 e 12 ottobre 2003
Ingresso: 3 euro per il Pre-Palio, 5 euro per il Palio

Per informazioni: Comune di Vigevano
Tel.: 0381/299269
Web: www.paliodivigevano.it

 

La Redazione

Pavia, 30/09/2003 (1361)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool