Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 23 luglio 2019 (312) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Birrifici in Borgo
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» Festival delle Farfalle
» Il romanzo di Baslot
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Lo sguardo Oltre
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Giochi d'acqua... dolce o salata?
» Risate Solidali
» Giornata del Naso Rosso
» L'Aquila, 6 aprile 2009: una svolta nella comprensione e percezione dei terremoti italiani
» Open Day al Vittadini

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» Il romanzo di Baslot
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Prima che le foglie cadano
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Presentazione inutile
» La bellezza della scienza
» Maria Corti: una vita per la parola. Un viaggio editoriale
» Walking the Line
» Pillole di... fake news
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 13545 del 9 dicembre 2015 (1947) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Indagare il passato: la datazione dei beni culturali
Indagare il passato: la datazione dei beni culturali

Tra le indagini sul Patrimonio Culturale, le datazioni hanno sempre avuto un ruolo centrale. Infatti domande ricorrenti davanti a un'opera d'arte sono sempre: "A quando risale?", "Quando è stata realizzata?".
La scienza cerca da anni di dare risposte a queste domande e il progresso delle tecnologie ha portato a possibili interventi sempre più precisi e sempre meno invasivi.

La tecnica più nota è certamente il radiocarbonio che permette di datare reperti di origine organica di età comprese tra i 300 e i 40.000 anni. Fino a qualche decennio fa occorrevano diversi grammi di materiale. Utilizzando acceleratori di particelle specificamente sviluppati a questo scopo, ora con pochi milligrammi di campione si possono datare legni, carboni, ossa, tessuti, con incertezza generalmente di pochi decenni.

Altre tecniche sono state sviluppate per datare oggetti ceramici e mattoni, permettendo di intervenire in scavi archeologici e di risalire alle varie fasi di costruzione e restauro di edifici antichi. In questi casi si fa uso di tecniche di luminescenza, si misura cioè la debolissima emissione di luce da parte dei materiali ceramici antichi, dalla quale è possibile risalire alla data di realizzazione del manufatto.

Verranno presentate applicazioni di grande rilievo sia di datazioni con radiocarbonio che con luminescenza, nelle quali il contributo delle analisi scientifiche si è dimostrato fondamentale nello studio delle opere d'arte.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia - Aula Magna del Collegio Cairoli
Indirizzo: Piazza Cairoli 1
Quando: giovedì 10 dicembre 2015
Orario: 15.00-18.00
 
 
Pavia, 09/12/2015 (13545)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool