Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 19 luglio 2019 (279) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Swing and Jazz
» Note d'acqua
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Festival di Musica Sacra
» Open Day al Vittadini
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 13476 del 10 novembre 2015 (2142) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Solo contro tutti
Solo contro tutti

Un violoncello solo, quello di Luca Franzetti, protagonista del prossimo appuntamento del ciclo I concerti di Palazzo Mezzabarba, che il Comune di Pavia, con cadenza mensile, offre alla cittadinanza.

In programma ci sono la Suite N. 1 di Johann Sebastian Bach, la Suite per Violoncello Solo di Gaspar Cassadó e il Concerto Rotondo di Giovanni Sollima.
 
Nato a Parma nel 1969, Luca Franzetti inizia a suonare il violoncello a 17 anni, dopo aver studiato violino, chitarra e pianoforte, diventando professionista in orchestra un anno dopo.
A 30 anni ricopre il posto di Primo Violoncello dell’Orchestra Sinfonica di Milano G. Verdi, con Riccardo Chailly come direttore stabile. Qui ha avuto l’occasione di lavorare con grandi artisti come Rudolf Barshai, George Prétre, Sara Mingardo, Vladimir Jurowsky, Helene Grimaud, Herbie Hancock, stringendo con alcuni di loro anche rapporti di profonda amicizia. Questa esperienza è stata la base di tutto ciò che è seguito dopo.

Parallelamente, ha svolto attività di primo Violoncello per la Scottish Chamber Orchestra di Edimburgo, la Royal Philharmonic of Flanders di Anversa e l’Operanorth di Leeds (UK)

Nel 2004, Luca inizia a collaborare con Claudio Abbado (conosciuto già nel 1996 nella Gustav Mahler Jugend Orchester), entrando nell’organico della sua ultima creazione: l’Orchestra Mozart di Bologna e, in seguito, membro dell’Orchestra del Festival di Lucerna, nella quale convergono il migliori musicisti delle grandi orchestre d’Europa e i più prestigiosi nomi del mondo solistico. Queste collaborazioni durano ancora oggi.

Recentemente la Scuola di Musica di Fiesole (2010) e l’Istituto Musicale di Reggio Emilia (2013) gli hanno offerto il posto di docente, ruolo che ricopre tutt’oggi.

Dopo essere stato invitato in Venezuela nel 2009 a partecipare, in qualità di docente e solista, al famoso El Sistema di Jose Antonio Abreu, progetto per il bambini dei barrios venezuelani, la vita, la concezione di tutto il pensiero musicale di Luca hanno avuto un radicale cambiamento. Il suo cammino Musicale e Spirituale sono fondamentalmente diversi, oggi. Dopo essersi unito al progetto Musicians for Human Rights fondato da Alessio Allegrini, attualmente prosegue, unitamente alla propria attività professionale, un percorso fatto di progetti umani-tari, insegnando musica in luoghi dove la musica e la cultura sono cruciali per cambiare o, a volte, addirittura salvare, vite umane. Pertanto, dal 2010 si reca in Palestina, a Ramallah e nei territori occupati, per insegnare musica nei campi profughi. Con un progetto concreto, quest’attività sta per interessare anche il Sudafrica, nelle township di Capetown e Sud America (Paraguay e Guatemala).

Oggi la sua carriera si focalizza sul repertorio solistico con recital e concerti in Italia, Svizzera Norvegia e Giappone. Si è già esibito con grandi musicisti provenienti da esperienze molto diverse tra loro: da Christopher Hogwood a Mario Brunello, da Giovanni Sollima a Sara Mingardo, senza dimenticare Lucio Dalla ed Enzo Jannacci.
Anche il violoncello barocco fa parte della sua carriera: si è esibito in recital e come solista accompagnato dal gruppo Silete Venti!”, con il quale ha appena inciso un CD per Sony Classical.

 
 Informazioni 
Dove: Sala Consiglio di Palazzo Mezzabarba in Piazza Municipio, 2 – Pavia
Quando: domenica 15 novembre 2015, alle 11.00
Ingresso: libero

 

Comunicato Stampa

Pavia, 10/11/2015 (13476)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool