Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 15 settembre 2019 (294) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Colore e tempo
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose
» La Brigata Ebraica in Italia e la Liberazione (1943-1945)
» Il mio nome è... Gioconda
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Fabio Aguzzi. Il poeta della luce
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.
» Mostra illustrazioni e fumetti di LUCIOP

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Il romanzo di Baslot
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» Prima che le foglie cadano
» Presentazione inutile
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 13459 del 2 novembre 2015 (2537) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Gerico. Itinerario dell’immagine nei labirinti della pittura dal 1968 al 2015
Gerico. Itinerario dell’immagine nei labirinti della pittura dal 1968 al 2015

Gerico. Itinerario dell’immagine nei labirinti della pittura dal 1968 al 2015 è il titolo dell’antologica dedicata a Piero Geri, in arte Gerico, che si  inaugura sabato 7 novembre (ore 17) nello Spazio per le arti contemporanee del Broletto di Pavia. La mostra presenta, fino al 22 novembre 2015, una ricca selezione di opere che rappresentano tutti i cicli e i percorsi artistici dell’autore.

 
Ci sono le nature morte o meglio, le “nature in posa” come le definisce l’artista: Esposte frontalmente sul piano prospettico dell'asse contro la superficie unita del fondo, con lo studiato equilibrio formale che hanno le statue del frontone di un tempio greco.
Gerico si forma da autodidatta e debutta nel 1968 con le sue “Prove tecniche di trasmissione”. Da lì inizia una carriera tutta in salita, caratterizzata da una continua trasformazione, da un’alternanza di fasi evolutive. Parte come surrealista, poi nel corso degli anni la sua ricerca si indirizza verso il rapporto tra natura, uomo e macchina, che rappresenta con una tecnica iperrealista, largamente rappresentata in mostra.
D’altra parte – spiega – l’arte per definizione non può mai essere statica, e l’artista ha un bisogno innato di sperimentare, di cercare nuovi moduli espressivi, di non sentirsi ingabbiato dentro un’etichetta predefinita: per sfuggire al rischio della monotonia, della ripetizione, dello stereotipo, che lo vuole ancorato a un certo modello artistico-culturale.

La pittura di Gerico sfiora la metafisica e, passando per il classicismo, reinventa e reinterpreta miti, attualizzandoli. La componente onirica è latente in ogni opera, e sullo sfondo resta un provocante senso della storia e delle singole storie.
I soggetti – scrive la critica Enrica Fallone – parlano infatti con la loro vita, che si tratti di un ortaggio o di una persona poco importa. L’artista avverte un’intima e profonda commozione per le cose semplici, naturali, vere. Proprio in un’epoca nella quale l’uomo ha perso la sua innata capacità di emozionarsi di fronte ai doni di Madre Natura, vendendo la sua anima al dio Progresso, Gerico fa un passo indietro, alla riscoperta della parte più vera dell’uomo, inscindibile dalla natura stessa.

 
 Informazioni 
Quando: dal 7 al 22 novembre 2015
Orari: da martedì a venerdì ore 16-19, sabato e domenica (presente l’autore) 10.30-12.30; 16-19
Dove: Spazio per le arti contemporanee del Broletto, Pavia
Ingresso libero

 
 
Pavia, 02/11/2015 (13459)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool