Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 ottobre 2019 (298) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festival del Sorriso
» Carta Bianca a Moni Ovadia
» Harold
» Cori per il Togo
» Pinocchio&Co - Festival dei Classici per ragazzi
» Ibridazioni sul mito di Frankenstein
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» Al Collegio Borromeo si esplora l'universo degli autismi
» Piazza Fontana prima e dopo
» La Margherita di Adele
» Domenica di carta
» Cristoforo Colombo a fumetti
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Ponta chi un’altra cadrega
» IT.A.CÀ
» Home: la zona d’ombra
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Mario Tozzi a Kosmos
» Il gioco di Santa Oca

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Pinocchio&Co - Festival dei Classici per ragazzi
» Piazza Fontana prima e dopo
» Domenica di carta
» Cristoforo Colombo a fumetti
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Mario Tozzi a Kosmos
» Il gioco di Santa Oca
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 13422 del 19 ottobre 2015 (1824) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
A tu per tu con... Francesco Hayez
A tu per tu con... Francesco Hayez

Domenica prossima, si terrà il nuovo appuntamento con Uno:Uno. A tu per tu con l’opera, l’iniziativa organizzata dai Musei Civici del Castello Visconteo, con il sostegno dell’Associazione Amici dei Musei Pavesi, che l’ultima domenica di ogni mese conduce alla scoperta delle collezioni dei Musei pavesi, un capolavoro alla volta.

L’idea è quella di favorire il rapporto diretto tra il visitatore e l’opera d’arte, privilegiando la fruizione “slow” di un singolo oggetto, differente rispetto alla visita di un’intera collezione. 

Uno:Uno si concentra di volta in volta su una singola opera, presentata da un esperto, offrendo differenti chiavi di lettura per evidenziare le molteplici e talvolta inattese connessioni che scaturiscono dalla conoscenza approfondita dell’arte.

L’appuntamento del 25 ottobre è con Accusa segreta, celebre dipinto di Francesco Hayez (Venezia 1791 – Milano 1882) donato ai Musei Civici nel 1919 dalla figlia del noto collezionista Giuseppe Marozzi, che sarà protagonista, dal 5 novembre e fino al 21 febbraio, dell’importante monografica dedicata a Francesco Hayez e allestita presso le Gallerie d’Italia di Milano.

L’opera (un olio su tela, 153x120 cm) è di grande valore anche per l’incursione di Hayez in un territorio “altro”, non più storico ma dell’intrigo amoroso, con finale tragico, in una Venezia dove una donna tradita denuncia l’amante agli inquisitori di Stato.
In realtà il quadro è solo il secondo episodio di un trittico disperso che narra tutta la vicenda, a partire da quando l’innamorata e tradita Maria raccoglie il perfido consiglio di Rachele che la convince a muovere le accuse all’amante.
Qualche anno fa lo storico dell’arte Fernando Mazzocca (curatore anche della mostra milanese alle Gallerie d’Italia) è riuscito a recuperare il primo tassello, individuando nelle collezioni del Principe von Liechtenstein quel Il consiglio alla vendetta (del 1851), realizzato, però, da Hayez in seconda battuta rispetto all’Accusa segreta. Della terza opera - Vendetta di una rivale - è rimasta in circolazione solo una foto ma l’ubicazione è ignota, e gli studiosi sono impegnati nella sua ricerca.

L’Accusa segreta e Il consiglio alla vendetta saranno esposti uno accanto all’altro nella mostra di Milano.   

Nell’Accusa segreta sono da sottolineare soluzioni formali d’altissima qualità nel taglio scenografico dell’ambientazione architettonico-paesaggistica; nella ripresa ravvicinata – di grande suggestione drammatica – del volto femminile, tormentato e contratto; nella resa magistrale della veste color smeraldo e del velo nero trasparentissimo; nell’uso sapiente della luce e del controluce, che staglia i contorni della silhouette sullo sfondo ombroso delle arcate di Palazzo Ducale e di una Venezia assolata e afosa.
Una rappresentazione enigmatica e sensualissima di donna che apparenta quest’Accusa alla Meditazione di qualche anno successiva, ma anche un’allegoria di Venezia, eletta a città dell’intrigo e della seduzione, delle maschere e delle avventure, del conflitto tra ragioni del cuore e ragioni di Stato, secondo un giudizio diffuso in ambito letterario internazionale nella prima metà dell’Ottocento; una rappresentazione torbidamente sentimentale che ha fatto accostare l’invenzione hayeziana alle atmosfere di Senso, il racconto di Boito pubblicato nel 1883 e trasposto in film da Visconti nel 1954.

L’Accusa segreta, inserita nel percorso della Quadreria dell’Ottocento, sarà presentata al pubblico da Susanna Zatti, direttrice dei Musei Civici di Pavia.

 
 Informazioni 
Dove: Musei Civici del Castello Visconteo, v.le XI Febbraio - Pavia
Quando: domenica 25 ottobre 2015, ore 16.30
Partecipazione: ritrovo presso la biglietteria dei Musei Civici, senza bisogno di prenotazione.
L’ingresso a Uno:Uno è gratuito per tutti i possessori della MY MUSEUM CARD, la carta che (al prezzo di 18 euro) apre le porte dei Musei Civici del Castello Visconteo per 365 giorni: una vera e propria tessera fedeltà – annuale e nominale – che consente l’accesso illimitato alle collezioni museali e alle mostre organizzate dai Musei Civici, la partecipazione gratuita a tutti gli eventi collaterali e riduzioni speciali per le mostre delle Scuderie e gli acquisti al bookshop. Per chi non fosse in possesso della MY MUSEUM CARD, l’iniziativa è aperta al costo simbolico di 1 euro: un piccolo contributo  alla salvaguardia del patrimonio artistico e culturale della città.
Per informazioni: tel. 0382/399770, e-mail: museicivici@comune.pv.it 

 
 
Pavia, 19/10/2015 (13422)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool