Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 18 marzo 2019 (274) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» L'energia dei segni e dei sogni
» Disegnetti ∆
» La Cina di Zeng Yi. Immagini di un recente passato
» Il tempo di uno scatto.Visite illustri all'Università di Pavia
» Vivian Maier. Street photography.
» Mostra illustrazioni e fumetti di LUCIOP
» Voice of the voiceless Racconti forografici di Andy Rocchelli
» Diamo i numeri
» Raoul Iacometti. Alcuni di noi
» La Torre di Babele. Libri, dipinti, disegni
» P.A.T. – Pavia Art Talent
» Mater - Parole e immagini sulla maternità
» Mostra dei Plumcake
» Ci siamo! Sguardi sull'identità giovanile
» "Hors d'Oeuvre"Assaggi di opere ed artisti dalla Permanente di Milano
» Uliano Lucas. La vita e nient'altro
» L’eccezione del blu/ frammenti di William Xerra
» Mino Milani: una città, la guerra, la giovinezza

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Mario Giordano presenta il libro "L'Italia non è più italiana"
» Incontro con Paolo Rumiz
» I grandi misteri della Fisica al Collegio Borromeo
» L'estetica del vero
» Pavia in poesia 2019
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» PaviArt - Settima edizione
» Pavia Jinan - Tale of two cities
» Pi Greco Day 2019
» Non erano eroi ma giornalisti. La libertà di informare oggi
» L’origine dell’uomo secondo Edoardo Boncinelli - RINVIATO
» L'energia dei segni e dei sogni
» Scrivere Storie
» Sudario Brando: Live painting
» Festival del Dialogo tra Uomini e Donne
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 13296 del 3 agosto 2015 (2580) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Aspettando la magia della notte di San Lorenzo
Aspettando la magia della notte di San Lorenzo

Occhi rivolti speranzosi al cielo per cogliere al volo una stella cadente, nell’attesa della notte più magica dell’estate. Il prossimo sabato sera, aspettando la notte di San Lorenzo, ai Musei Civici del Castello Visconteo di Pavia il visitatore potrà ammirare, nel silenzio della notte, lo splendido arazzo proveniente dal Museo di Capodimonte di Napoli, allestito nella torre sud del Castello all’interno della mostra 1525-2015. Pavia, la Battaglia, il Futuro.

«Visitare una mostra in una notte d'estate è sempre un'esperienza artistica molto bella -dichiara Giacomo Galazzo, Assessore alla Cultura del Comune di Pavia -: per questo abbiamo ritenuto di puntare su questa apertura di agosto, che abbiamo collocato appena prima della Notte di San Lorenzo per posizionarla utilmente rispetto al weekend. È importante lavorare per animare la città nei mesi estivi, per chi non va in vacanza e per chi viene a visitare Pavia. Il pubblico potrà visitare la mostra "Pavia, la Battaglia, il Futuro", aperta fino al 15 novembre in Castello. Ammirare di sera il grande arazzo della Battaglia sarà senza dubbio un'opportunità straordinaria per i nostri visitatori».

Protagonista incontrastata nei nuovi spazi al secondo piano dell’ala sud del Castello Visconteo, l’importante mostra cheha portato in città uno dei celebri arazzi dedicati alla Battaglia di Pavia, capolavoro fiammingo proveniente dal Museo di Capodimonte, sarà aperta straordinariamente al pubblico dalle 21.00 alle 23.30, pagando un biglietto ridotto speciale a 4 euro (anziché 7 euro).

1525-2015. Pavia, la Battaglia, il Futuro. Niente fu come prima espone uno dei celebri arazzi fiamminghi dedicati alla Battaglia proveniente dal Museo di Capodimonte, e ripropone virtualmente gli altri sei pezzi della serie, consentendo al visitatore – grazie a installazioni multimediali e tecnologie innovative – di osservare e indagare ogni singola scena, scoprire i protagonisti e le loro storie, rivivere l'atmosfera del combattimento.

L’opera esposta – di quasi 8 metri di lunghezza e 5 di altezza – raffigura la Sortita degli assediati e la rotta degli svizzeri che annegano in gran numero nel Ticino. La scena è dominata da una magnifica Pavia, la città che sotto il comando di Antonio de Leyva aveva resistito per quasi quattro mesi all’assedio di Francesco I, consentendo il trionfo dell'esercito di Carlo V in quel nebbioso 24 febbraio 1525. Al centro, un cavaliere imperiale colpisce un fante svizzero con la lancia: l’epilogo di una battaglia che ha cambiato la geografia politica d’Europa, per cui nulla fu più come prima.  

 
 Informazioni 
Dove: Musei Civici del Castello Visconteo Viale XI Febbraio, 35 - Pavia
Quando: sabato 8 agosto 2015, ore 21 - 23.30
Ingresso: con biglietto speciale a 4 euro

 

Comunicato Stampa

Pavia, 03/08/2015 (13296)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool