Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 20 luglio 2019 (323) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Festival di Musica Sacra
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» Concerto di pianoforte
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Sacher Quartet, In viaggio con i Cetra
» Un capolavoro ritrovato
» Sentieri selvaggi, musica d'oggi al Borromeo
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» Open Day al Vittadini
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 1329 del 19 settembre 2003 (1913) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Roberto Durkovic Al Treno Bar
Roberto Durkovic Al Treno Bar

Durkovic ha da poco pubblicato il suo nuovo album Indaco e Sabbia per l'etichetta Storia di Note. Presentato alle Messaggerie Musicali di Milano, nell'ambito della Festa della Musica, anche il Corriere della Sera gli ha riservato un articolo elogiativo su questo lavoro; così come RAI Radio 2 gli ha dedicato uno spazio.

Ripetuta la presentazione a Riomaggiore (insieme al comico Vergassola) e a Venezia, era giunto il momento di farlo anche a Pavia.

Venerdì 12 ha scelto il Treno Bar per la sua atmosfera raccolta, utuile per ascoltare un lavoro nuovo proposto da un cantautore.

Roberto mi ha detto di essere molto soddisfatto dei riscontri sinora ottenuti da critica e pubblico ma, soprattutto, di trovare incredibile l'esperienza che sta vivendo suonando con musicisti ''da strada'' come il clarinettista rumeno Mitica. Ed è proprio quest'ultimo che mi spiega quanto, a sua volta, si senta riabilitato con questo lavoro. Lui, grande musicista, membro dell'Orchestra di Stato Rumena, costretto a suonare in metropolitana per sopravvivere perché ormai al suo paese l'orchestra non esiste più e i musicisti non hanno più ingaggi e sono stati sostituiti (anche lì !!!) da ''pianobaristi'' che usano solo le musiche campionate delle tastiere elettroniche.

Durante il concerto Durkovic è stato accompagnato, oltre che da Mitica Bosnea al clarino, anche dai chitarristi Massimiliano Aloisio e Nino Ballerini e da una ''new entry'': il batterista Marco Serra.

Quello che risulta subito evidente è che i brani, dal vivo, sono ancora più trascinanti che nel disco, con quello straordinario mix di musica mitteleuropea e balcanica che sta alla base della sua ''formula vincente''. Mitica è incontenibile e i due chitarristi non risparmiano gli assoli. Molto ben calibrato anche l'apporto del batterista che ha usato solo ''spazzole'' di diverso tipo.

Roberto Durkovic con la band

Ecco quindi riproposte Indaco e Sabbia, Inciampo nel Mare, I Fantasisti del Metrò, Soffia, Matrioska, Il Conte Dracula e la Danzatrice del Ventre, l'incredibile versione tzigana della sempiterna E' La Pioggia che Va (dei Rokes) e il ripescaggio di una canzone che Durkovic scrisse a diciassette anni, Coca e Wisky , un brano adolescienziale con tutte le ingenuità del caso ma anche con una semplicità e schiettezza disarmante, che però, nella versione live ha perso un po' del suo fascino..

Una parte divertente dello spettacolo è quando Roberto fa l'imitazione di alcuni cantanti e poi ripropone i successi di altri cantautori in versione tzigana: Il Vecchio e il Bambino (di Guccini) o Contessa (di Ruggeri).

Si inventa lì per lì anche un'improvvisata versione della Danza di Zorba per far ballare il sirtaki al pubblico.

Ironico, divertente e motivato, Durkovic dimostra così di aver raggiunto una certa maturità anche nell'impostazione dello spettacolo.

Replica il 20 Settembre alle Scimmie di Milano e il 22 al Caffè dell'Abate a Pavia.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 19/09/2003 (1329)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool