Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 28 ottobre 2020 (221) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Carnevale al Museo della Storia
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Christian Meyer Show
» Corpi in gioco

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Apre in Varzi Bottega Oltrepò
» BirrArt 2019
» Birrifici in Borgo
» Musei divini
» "Dilecta Papia, civitas imperialis"
» Cioccovillage
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» Il buon cibo parla sano
» Autunno Pavese: tante novità
» Zuppa alla Pavese 2.0
» 18^ edizione Salami d’Autore
» Sagra della cipolla bionda
» Sagra della ciliegia
» Pop al top - terza tappa
» Birre Vive Sotto la Torre
 
Pagina inziale » Tavola » Articolo n. 13187 del 9 giugno 2015 (2590) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Tavole di festa a Pavia e provincia
Tavole di festa a Pavia e provincia

Si terrà, domani,  il sesto appuntamento del ciclo d’incontri che accompagna la Mostra Le carte dei cibi. Pavia: territorio, prodotti, pranzi di una città agricola e universitaria, organizzata dalla Biblioteca Universitaria e dall’Università di Pavia con il patrocinio di EXPO Milano 2015e inaugurata il 30 aprile 2015 nel Salone Teresiano.

Annalisa Alberici, Ingegnere ma anche scrittrice e affermata esperta di enogastronomia, incentrerà il suo racconto su di un excursus attorno alle tradizioni enogastronomiche pavesi, lomelline, oltrepadane legate al calendario. Oltre ai cibi e ai vini, illustrerà anche usanze riguardanti coltivazioni, rituali, superstizioni e, in generale, peculiarità della vita di campagna.

Nei secoli la cucina pavese non fu mai scritta, ma si affidò unicamente alla tradizione orale: così è solamente per caso, consultando palinsesti e incunaboli, che se ne trovano tracce.
Soggiorno tra i preferiti dell'imperatore Augusto, capitale d'Italia per più tempo della Roma di oggi (dal VII all'XI secolo), Pavia non ha conservato memoria dei manicaretti approntati nelle cucine del Palazzo, per i sovrani più potenti del mondo: i Re Longobardi o Carlo Magno o per le incoronazioni degli Ottoni e nemmeno per quella di Federico Barbarossa, tutte avvenute in San Michele Maggiore.

Di ricette, nemmeno l'ombra. D'altro canto il resto della Penisola non ne è, fino alla seconda metà dell'800, molto più prodigo e i pochi procedimenti descritti denunciano negli autori più letterati che cuochi o praticanti di cucina.
Spesso a stento sopravvivono, nell'intimità di non molte famiglie, anche le tradizioni popolari, le cui artefici sono state, nei secoli, geniali e solide arzadoure, reggitrici della casa, abituate a utilizzare tutte le risorse di una terra che più generosa è difficile immaginare. 

 
 Informazioni 
Quando: mercoledì 10 giugno alle 17,30
Dove: Salone Teresiano della Biblioteca Universitaria, Strada Nuova, 65, Pavia

 
 
Pavia, 09/06/2015 (13187)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool