Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 ottobre 2019 (290) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Festival del Sorriso
» Harold
» Carta Bianca a Moni Ovadia
» Cori per il Togo
» Pinocchio&Co - Festival dei Classici per ragazzi
» Ibridazioni sul mito di Frankenstein
» Passeggiata naturalistica
» Corso base di acquarello naturalistico
» Al Collegio Borromeo si esplora l'universo degli autismi
» Piazza Fontana prima e dopo
» La Margherita di Adele
» Domenica di carta
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Cristoforo Colombo a fumetti
» Ponta chi un’altra cadrega
» IT.A.CÀ
» Home: la zona d’ombra
» BiodiverCittà - passeggiata al Parco della Sora
» Mario Tozzi a Kosmos
» Il gioco di Santa Oca

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Pinocchio&Co - Festival dei Classici per ragazzi
» Piazza Fontana prima e dopo
» Domenica di carta
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» Cristoforo Colombo a fumetti
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Mario Tozzi a Kosmos
» Il gioco di Santa Oca
» Colore e tempo
» MathsJam
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» Due elefanti rossi in piazza...
» Genius Loci. Arte Luoghi Sinfonie
» Appuntamento con l'autore
» "I colori della speranza"
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 13151 del 26 maggio 2015 (1865) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
A tu per tu con Giovanni Bellini
A tu per tu con Giovanni Bellini

Un’opera d’arte al mese, per un anno ricco di cultura: torna domenica un nuovo appuntamento con Uno:Uno. A tu per tu con l’opera, l’iniziativa organizzata dai Musei Civici del Castello Visconteo, con il sostegno dell’Associazione Amici dei Musei Pavesi, che l'ultima domenica di ogni mese conduce alla scoperta delle collezioni dei Musei pavesi, un capolavoro alla volta. 

L’appuntamento è con la Madonna con Bambino del pittore Giovanni Bellini (1430 circa-1516), protagonista dell’arte veneziana nel passaggio tra Quattrocento e Cinquecento, e promotore del Rinascimento a Venezia.
Il dipinto (tempera su tavola di pioppo) è stato sottoposto ad un delicato restauro nel 2008, nel Laboratorio della Pinacoteca di Brera, in vista di un importante prestito ad una mostra organizzata dal Louvre di Parigi, che poneva l'accento sui rapporti tra Bellini e Andrea Mantegna.

La tavola, proveniente dalla collezione di Luigi Malaspina di Sannazzaro e riconosciuta come opera giovanile di Giovanni Bellini, anche in merito della presenza di elementi mantegneschi rilevabili per esempio nel panneggio “donatelliano” della veste del Bambino e nel velo della Madonna aderente al viso caratterizzato da larghe guance, sarà presentata al pubblico dal restauratore Andrea Carini, della Pinacoteca di Brera, che ha eseguito l’importante intervento sull’opera. 

Il dipinto è stato per tre volte oggetto di restauro nel corso del secolo scorso, da parte di Giuseppe Cavenaghi nel 1914, di Mauro Pelliccioli nel 1936-37, e uno nel 1959. L’ultimo intervento risale al 2008 eseguito da Andrea Carini sotto la direzione della Soprintendenza e dei Musei Civici di Pavia. Dalle analisi compiute in quella occasione emerse che sulla superficie pittorica erano presenti alcune manipolazioni, come ad esempio la ridipintura che introduceva un tendaggio semicircolare nella zona superiore, già visibile nelle foto storiche precedenti il restauro degli anni ‘30. La rimozione della ridipintura ha permesso di recuperarne il margine originale centinato, modificato probabilmente per adattare l’immagine ad una cornice rettangolare.

Sono emerse informazioni interessanti anche per quanto concerne la tavolozza impiegata da Bellini: ad esempio il cielo è reso con azzurrite e biacca, il blu del manto della Vergine più difficile da interpretare potrebbe essere con lapislazzuli, il fondo viola con azzurrite, biacca, e lacca rossa di origine animale. Gli incarnati sono ottenuti con biacca e giallo di piombo e stagno e pigmenti a base di ferro, mentre la zona sulla gota della Madonna, sono presenti piccoli quantitativi di cinabro; le aureole e l'effetto puntinato sul manto della Vergine sono realizzati con oro in conchiglia. 

 
 Informazioni 
Quando: domenica 31 maggio 2015, alle ore 16.30
Dove: Musei Civici del Castello Visconteo, Pavia  

 
 
Pavia, 26/05/2015 (13151)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool