Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 22 febbraio 2020 (491) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Squali, predatori perfetti"
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» Lady Be Mosaici Contemporanei
» Oltre lo sguardo
» Looking for Monna Lisa
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Hokusai, Hiroshige, Utamaro. Capolavori dell'arte giapponese
» EXIT hotel fantasma in provincia di Pavia
» Colore e tempo
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Per un capriccio. 12 opere per Paolo Della Grazia
» "I colori della speranza"
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Prima che le foglie cadano
» La bellezza della scienza
» Mostra "Natura ed artificio in biblioteca"
» Schiavocampo - Soddu
» De Chirico, De Pisis, Carrà. La vita nascosta delle cose

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» Squali, predatori perfetti"
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Pretesti per una mostra. Sergio Ruzzier a Pavia
» La Storia organaria di Pavia
» Postazione 23
» Libri al Fraccaro
» Il "Duchetto" di Pavia
» La cospirazione dei tarli
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 13149 del 26 maggio 2015 (2077) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Iceberg
Iceberg

Un iceberg é un fenomeno naturale tra i più poderosi. Il più grande Iceberg mai registrato misurava quanto l'intero stato del Qatar, o se vogliamo, come quasi metà della nostra Sardegna. Sono masse di acqua dolce alla deriva nell'oceano salato, sono scaglie delle provviste d'acqua della terra. Il riscaldamento globale li distruggerebbe, e loro ci inonderebbero.

Il volume di un Iceberg viaggia al novanta percento sott'acqua, invisibile. La punta dell'iceberg in italiano diventa l'avvertimento di un problema più grande ed incombente. Nel secolo scorso dà all'uomo una lezione di umiltà, affondandone il vascello allora più grande, il famoso Titanic.
Incredibilmente a vedere la foto dell'iceberg che lo avrebbe affondato, la si osserva tuttora come la foto segnaletica di un killer seriale, come se vi fosse dolo, come se quel ghiaccio fosse malvagio, come se avesse voluto uccidere.

Gli iceberg sono dei mondi, sono dei moti, sono dei mostri. Vivono di molti paradossi, di vita e distruzione, di forza e fragilità. Come pochi altri fenomeni ci costringono a mettere in discussione la scala dei nostri traguardi e delle priorità...

Al Castello di Zavattarello, Matteo Berra inaugura la sua mostra personale, intitolata Iceberg, in cui ha voluto esplorarne il silenzio, seguendo le affinità elettive ed emotive che abitano questi deserti di ghiaccio.

 
 Informazioni 
Quando: da sabato 30 maggio a domenica 21 giugno 2015
Dove: Museo d'arte contemporanea "Giuseppe e Titina dal Verme", Castello di Zavattarello

 

La Redazione
Matteo Berra (autore della mostra)

Pavia, 26/05/2015 (13149)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool