Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 26 settembre 2017 (544) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Mei perdla che truvola
» Mi sun de chi
» Poker del Vernaulin a Borgarello
» “Teresina e l’eroe di famiglia”
» “Anima Broni - Lasarat torna nel suo Teatro”
» Pignaseca e Pignaverda
» “Tut a Bron!” a vedere “Tut pr’una statua”
» Guarda in su… che al borla su!
» Tut a Bron!
» Vera vuz: prosa in dialetto al Tess
» Pensa ladar che tucc i roban
» “Ti ricordi quella sera di vent’anni fa..."
» Rassegna lomellina con GT San Martino
» San me un coran… e malà me al rud
» San Giuàn fa vèd l'ingàn - Amedeo dei Mille eroe per caso
» Troviamoci a teatro… 2012
» Ravioli in Broadway
» "A go nenca un pcà da purga’!”
» Tris di spettacoli
» Nuovi appuntamenti dialettali!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Visita con delitto
» Corsi di teatro per bambini e ragazzi
» La Stagione del Teatro Sociale Stradella
» Cori in festa
» Arie d’Opera al Castello
» Un, due, tre... Shakespeare
» In...tolleranza zero
» Che sarà? Bo!
» Silent Party a Pavia
» Due Divine al Malaspina
» Cinema sotto le stelle: Wichtig ist... / l'importante è...
» Idiots
» Video Slam 2017
» Kairos
» Bianco
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 13102 del 8 maggio 2015 (1679) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Locandiera, bellezza bronese
Locandiera, bellezza bronese

La scena rappresenta l’interno di una vecchia osteria, piuttosto malconcia. A gestirla una donna, Mirandolona Mozzafiato. E’ lei la “Locandiera, bellezza bronese”, la protagonista della rivisitazione della celeberrima opera di Carlo Goldoni, rappresentata per la prima volta a Venezia nel 1753, che la Compagnia Dialettale dell’Oratorio porterà in scena nel teatro dell’oratorio.
Non sarà Firenze il luogo dove si svolgerà la vicenda, ma Broni e più precisamente alcune frazioni della periferia della città.

La storia della Locandiera è ben nota ed anche la trama della versione bronese sarà quella dell’originale. Mirandolona gestisce la locanda dove è corteggiata da diversi clienti ed in particolare dal Marchese del Gandiolino e dal Conte di Rosanera, fino all’arrivo del Cavaliere di Bottarolo. Gandiolino, Rosanera, Bottarolo: appunto tre frazioni alle porte di Broni che salgono così agli onori della cronaca. Nessuno dei tre avrà la meglio con la padrona della locanda. Sarà il cameriere Fabrizio a conquistare il cuore di Mirandolona in uncrescendo comico di situazioni e di illusioni.

Come sempre – nello stile del teatro di rivista proprio della compagnia bronese – non mancheranno le tanto attese parodie sull’aria di notissime canzoni eseguite dal vivo dalle tre “bellissime dame” accompagnate dal vivo dal gruppo musicale. Lo scopo del lavoro ultraventennale della Compagnia è sempre lo stesso: celebrare la cultura popolare e la storia locale grazie all’utilizzo del dialetto.

Sul palcoscenico saliranno Fabio Brambilla, Patrizia Brigada, Paolo Cantaluppi, Irene Eisera, Riccardo Faggi, Maria Grazia Marino, Franco Montagna, Ernesto Ozzola, Giuseppe Pallavera, Marco Rezzani, Andrea Rovati, Christian Troni, Maicol Troni, Laura Ursini, Raffaella Vercesi e Annalisa Zucconi.
La band è composta da Marco Cavagna, Martina Ferrari, Fabio Rovati e Gabriele Vercesi. Le scene sono del maestro Augusto Corbellini, mentre la costumista è Giuse Festari Tacconi. L’adattamento del testo e la regia sono curati da Milena Sacchi.

 
 
 Informazioni 
Quando: sabato 16 e domenica 17 maggio, ore 21.00
Dove: presso teatro dell'Oratorio, Broni

 
 
Pavia, 08/05/2015 (13102)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2017 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti