Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
lunedì, 1 giugno 2020 (950) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Vittadini Jazz Festival 2019
» l'EX|ART Film Festival
» Maggio in musica
» Da settembre la nuova stagione del Cirro
» Da Mozart a Glenn Miller
» Nkem Favour Blues Band
» Altissima Luce
» Ultrapadum 2016
» Serenata Kv 375
» 4 Cortili in Musica
» Maggio in musica
» Con Affetto
» Mirra-Mitelli chiudono Dialoghi
» La Risonanza a Pavia Barocca
» Dialoghi: Guidi-Maniscalco
» Sguardi Puri
» Le piratesse della Jugar aprono Piccoli Argini
» Il cinema è servito!
» Ultrapadum agostano

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 13052 del 13 aprile 2015 (2878) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
INDIE #19
INDIE #19

A partire dalla fine degli anni ‘80, Coordinamento per il Diritto allo Studio – UDU Pavia, associazione studentesca pavese di sinistra nata nel 1979, aveva iniziato ad organizzare varie rassegne cinematografiche su differenti argomenti, con il contributo dell’allora promettente critico Roberto FigazzoloINDIE nasce ufficialmente nel 1996 e, come le precedenti rassegne, ha come obiettivo quello di riavvicinare gli studenti ad un luogo sempre meno frequentato e contemporaneamente ad un tipo di cinema che sarebbe altrimenti introvabile in città.

A questo scopo serve anche la multiprogrammazione, altra caratteristica chiave ed introvabile altrove di INDIE: in ogni serata vengono proiettati non uno ma due o tre film differenti, cercando di convogliare gli spettatori di un film anche sugli altri, di creare interesse da parte degli studenti universitari in film che altrimenti non avrebbero mai guardato. «Era una vera e propria scommessa, - commenta Figazzolo - con il biglietto di un solo film si andava al cinema e si vedevano due film: qualcosa di mai visto prima».

In pochi anni INDIE diventa un punto di riferimento per i cinefili e gli studenti pavesi; si aspetta INDIE perché è garanzia della bontà dei film, della loro particolarità e originalità. È un luogo di ritrovo e di legame tra il mondo del cinema e le nuove generazioni, che sempre più vivono il film al di fuori della sala cinematografica...

Quest’anno, in programma, ci sono due novità. La prima è la collaborazione, soprattutto nella serata di martedì 21 aprile, con il Comitato Pavia Asti-Senegal, per parlare di società, cultura e politica africana con chi tratta questi temi quotidianamente da anni sul territorio pavese.
La seconda novità è che quest’anno, per la prima volta, INDIE viene organizzato grazie al supporto logistico della Fondazione Teatro G. Fraschini e quindi all’interno di quello che può essere definito un “cinema civico”, elemento molto importante vista la problematicità del calo del numero di sale in città e il rischio conseguente di vedere svanire la possibilità di vedere film e organizzare rassegne cinematografiche.

INDIE #19 inizia martedì 14 aprile con “Vergine giurata”, di Laura Bispuri alle 20.30, vincitore di Nastro d'Argento e David di Donatello, cui seguirà la proiezione di “Still Alice” di Richard Glatzer e Wash Westmoreland.

Martedì 21 sarà in collaborazione con il Comitato Pavia Asti-Senegal e vedrà lo speciale workshop sul Cinema Africano, che proprio recentemente sale alla ribalta, tenuto da Roberto Figazzolo alle 18.30 sempre al Cinema Politeama. Alle 20.30 avverrà la proiezione di La Pirogue di Moussa Touré e alle 22.30 Timbuktudel Maestro del cinema africano Abderrahmane Sissako, entrambi in lingua originale con sottotitoli.

Sì proseguirà, poi, martedì 28 con La gabbia dorata – La jaula de oro di Diego Quemada-Diez e fotografia di Ken Loach e Arance e martello di Diego Bianchi.

L’ultima serata si svolgerà martedì 5 maggio, quando verranno proiettati Enzo Avitabile Music Life di Jonathan Demme, «documentario politico» come dice Figazzolo, e Whiplash di Damien Chazelle, altro film musicale, “il migliore degli ultimi 10 anni”. 

 
 Informazioni 
Dove: presso la Sala Politeama, Corso Cavour, 20 - Pavia
Quando: martedì 14, 21 e 28 aprile e 5 maggio, dalle 20.30
Ingresso: intero a serata: 5 euro, serata ridotta per soci Udu, Arci, Cineteca e Agis: 4 euro, singolo intero: 3 euro, singolo ridotto: 2 euro
Per informazioni: coordinamentodirittoallostudio@gmail.com, tel. 329/9230611

 
 
Pavia, 13/04/2015 (13052)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool