Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 23 novembre 2019 (280) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Concerto di pianoforte
» Patti Smith a Pavia
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 13039 del 16 aprile 2015 (2387) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La Passione secondo Giovanni
La Passione secondo Giovanni
Nell’ambito di Pavia Barocca, è in programma per giovedì sera, la prima esecuzione in epoca moderna de La Passione secondo Giovanni di Antonio Veneziano eseguita dai Turchini di Antonio Florio insieme ai Solisti Ghislieri Choir, che ha riportato alla luce numerose opere dimenticate, incidendole e proponendole in tournée in Italia e in Europa.

La Passione composta da Alessandro Scarlatti attorno al 1865 a Napoli era considerata un unicum dell’epoca barocca in Italia.
I musicologi e il pubblico conoscono la Passione in musica come un genere luterano (Bach, Telemann, Haendel). Ma la ricerca sta rivelando come proprio nell’Italia meridionale, ancorata alle devozioni della Settimana Santa, la Passione in musica doveva essere un genere praticato e diffuso. Una di queste Passioni, un capolavoro, sta per tornare in vita.

Giovedì, nell’Aula Magna del Collegio Ghislieri, Antonio Florio dirigerà i Turchini e i Solisti di Ghislieri Choir, per la prima volta insieme, nell’esecuzione de La Passione secondo Giovanni di Gaetano Veneziano per soli, coro a nove voci, archi e basso continuo.

Il progetto, realizzato in residenza al Collegio Ghislieri, fa parte di Pavia Barocca, rassegna curata da Ghislierimusica e sarà inciso per Glossa.

I Turchini diretti da Antonio Florio da oltre 25 anni sono ambasciatori della musica barocca napoletana, esibendosi nelle sale e nei teatri più prestigiosi d’Europa e del mondo. Con più di 40 incisioni discografiche, i Turchini sono l’ensemble più rappresentativo della città partenopea, una pietra miliare nel panorama del barocco internazionale. Interpretazioni di partiture celebri o di rara esecuzione, che hanno il grande merito di coniugare ricerca e prassi esecutiva, virtuosismo e confronto con il passato, dando voce a una pagina così significativa della storia della musica.

Il maestro Antonio Florio da anni svolgeun’intensa attività di ricerca musicologica sul repertorio napoletano dei secoli XVII e XVIII. In quest’ambito ha riportato alla luce capolavori dell’opera assolutamente inediti come La colomba ferita (1670), Il schiavo di sua moglie (1671)e La Stellidaura vendicante (1674) di Francesco Provenzale; Il disperato innocente di Francesco Boerio (1673); La finta cameriera di Gaetano Latilla (1673); Li Zite’n Galera di Leonardo Vinci (1722). 

L’Associazione Ghislierimusica è stata fondata nel 2006 per gestire l’attività musicale dello storico Collegio Ghislieri di Pavia. Diretta dal maestro Giulio Prandi, direttore d'orchestra attivo a livello internazionale, opera con uno staff di 7 operatori, tutti sotto i 35 anni. L’Associazione Ghislierimusica è membro del Consiglio d’Amministrazione di REMA – Rete Europea di Musica Antica nonché “applying member” di EFA – European Festival Association; la sua attività è stata riconosciuta “di rilevanza regionale” da Regione Lombardia (legge regionale 21/08). Sul piano nazionale Ghislierimusica realizza annualmente un’intensa attività concertistica a Pavia e provincia, d’intesa con il Comune di Pavia e in rete con diverse istituzioni locali (Università degli Studi, Provincia di Pavia, EDiSU, ecc.). Dalla sua fondazione l’Associazione Ghislierimusica ha prodotto 14 edizioni di festival/rassegne sul suo territorio e oltre 280 concerti e spettacoli dal vivo in Italia e in Europa (con una media di circa 30 eventi all’anno). 

 
 Informazioni 
Dove: Aula Magna del Collegio Ghislieri, piazza Ghislieri - Pavia
Quando: giovedì 16 aprile, ore 21.00 
Per informazioni: tel. 0383/82526  

 
 
Pavia, 16/04/2015 (13039)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool