Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 1 dicembre 2020 (394) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Una nuova luce su Pergolesi
» Festival Ultrapadum: 25^ edizione
» PaviaPhone - Aprile
» Le nuove uscite del nuovo anno
» Concorso Lirico Internazionale “Teatro Besostri”
» Montalto Pavese come Buenos Aires
» Borghi&Valli: anteprime di giugno
» La musica rinascimentale e la musica barocca
» Roberto Durkovic: Oltre il ponte
» Oh questa è bella!
» Rock Valley Festival
» Hildesheim e Pavia gemellati in musica
» "Un Anno Incantato"
» La musica barocca di Vox Organi
» Guido Bolzoni: Happening
» Silvio canta Negroni
» “I Tesori di Orfeo”, IV edizione
» Dai classici a Gershwin
» Sinfonie … al TeSS
» Viaggi è Gospel!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 1287 del 3 settembre 2003 (1774) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Ottoni e clarinetti
Ottoni e clarinetti

Dopo la pausa di ferragosto e dopo il riuscitissimo fuori programma di venerdì 29 a Pizzale, torna il festival "Borghi & Valli", la grande kermesse musicale che grazie alla collaborazione con la Fondazione Cariplo e le Terme di Rivanazzano, si impegna da dieci anni ad abbinare alla grande musica la riscoperta dei luoghi più caratteristici dell'Oltrepò.

Venerdì 5 settembre toccherà al Giardino della Casa del Giovane di Lungavilla ospitare l'esibizione della Big Wind Orchestra, gruppo composto di soli strumenti a fiato, ensemble originale e assolutamente fuori dagli schemi, capace di creare con il pubblico una sintonia di rara intensità.

Musiche di Verdi e Lehar per accontentare gli appassionati della classica, che avranno modo di apprezzare le grandi arie della lirica attraverso una veste non convenzionale; spazio poi al jazz e allo swing di Duke Ellington e dei grandi maestri delle orchestre americane degli anni '30 e '40. Sonorità per tutti i gusti, una serata che riesce quindi a riassumere quello che è uno dei capisaldi dell'intero Festival: aprire uno sguardo fresco e innovativo su ogni genere musicale.

 
 Informazioni 
 
 
Pavia, 03/09/2003 (1287)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool