Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
sabato, 23 novembre 2019 (262) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Patti Smith a Pavia
» Estate in musica al Castello
» Un capolavoro ritrovato
» Al Borromeo il pianoforte di Marangoni tra Rossini e Chopin
» Festival di Musica Sacra
» "La nuit profonde"
» Contrasti nel Classicismo viennese
» Storia di un violino
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» Festival del Ridotto
» I regali di Natale
» Una sola musica per Pavia e Russia
» La Vita che si Ama Tour
» Mario Biondi "Best of Soul Tour 2017"
» Edoardo Bennato al Vigevano Summer Festival
» Steve Hackett in tour a Vigevano
» Paola Turci a Estate in Castello
» Punti Critici in Concerto
» Messa di Requiem di Wolfgang Amadeus Mozart
» Il Coro della Scala in duomo a Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
» Festival di Gypsy
» Up-to-Penice
» Note d'acqua
» Swing and Jazz
» River Love Festival
» XXVI edizione del Festival Borghi&Valli
» Concerto di pianoforte
» Patti Smith a Pavia
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 12847 del 16 gennaio 2015 (2630) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Basko Believes: tutto da scoprire
Basko Believes: tutto da scoprire

Sarà il songwriter svedese Basko Believes il primo ospite internazionale del 2015 del “Da Trapani”. Sull’onda del successo riscosso dall’ultimo tour italiano del suo connazionale Richard Lingdren, a conferma della grande vivacità della scena “roots” scandinava, Basko Believes arriva per la prima volta in Italia e proprio a Pavia  terrà il suo primo concerto in assoluto nel nostro Paese per presentare il nuovo album Idiot’s hill.

Dopo una serie di album pubblicati con il suo vero nome (Johan Örjansson), il musicista di Falkenberg ha deciso con questo nuovo lavoro di dare una svolta al suo percorso musicale, firmandolo con il nome d’arte Basko Believes e dando fondo a tutti i soldi messi da parte per realizzare il suo sogno ed andare ad inciderlo negli Stati Uniti.
Arriva dunque a Denton, Texas, si affida alla produzione dei Midlake e registra un album che lo porta all’attenzione della scena internazionale. Una scelta coraggiosa fatta anche di tante rinunce, non ultima quella ai musicisti svedesi che sempre lo avevano accompagnato in centinaia di concerti in Scandinavia.

In realtà, già il precedente album Melancholic Melodies for Broken Times lo aveva fatto notare a un pubblico internazionale più vasto, grazie anche a uno straordinario duetto con l’amico americano Israel Nash Gripka nel brano If I were to love you.

A distanza di pochi mesi dall’uscita di questo gioiello tuttavia Johan decide di tentare il salto definitivo, forse consapevole che se fosse nato negli Stati Uniti il riscontro al suo lavoro sarebbe stato ben più ampio: cambia così il suo nome, attraversa l’Oceano e realizza il nuovo album “Idiot’s hill”, un lavoro ispirato ed intenso che da un punto di vista musicale non segna assolutamente una rottura col passato, ma porta a compimento il percorso che già aveva iniziato.

 Idiot’s Hill conferma la straordinaria abilità di scrittura di questo autore svedese capace di costruire canzoni in bilico tra folk e pop che una volta entrate nelle orecchie degli ascoltatori non ne escono più. Gli arrangiamenti delicati con archi, fiati, violini e chitarre contribuiscono a rendere ancora più armoniose queste intriganti canzoni.

Basko è un musicista che guarda alla tradizione americana con rinnovato spirito, con immediatezza e profondità, fondendola in uno straordinario “meltin’ pot” con la sensibilità nordica.

Se Richard Lingdren ha “stregato” il pubblico pavese (e ne è a sua volta rimasto conquistato) chissà che non ci riesca anche Basko. C’è da aspettarsi di tutto da questi svedesi.

 
 Informazioni 
Dove: via Montemaino, 62 c/o Bar Trapani - Pavia (quartiere Mirabello)
Quando: domenica 18 gennaio 2015, ore 18.00

 

Furio Sollazzi

Pavia, 16/01/2015 (12847)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool