Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 23 ottobre 2020 (176) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Francia 2010 che delusione!
» Dalla Russia con 'cantore'
» Sanremo '06 - Il giorno dopo
» Paese che vai... musica che trovi
» Concorsi e concorrenti
» Festival di Sanremo 2005
» Polonia tra metal e kletzmer
» Guido Mazzon Torna a Pavia
» SpaziomusicaSpaziobruno
» Pavesi in India
» Satellite of love - Ultimo atto
» Novità in casa Lizard
» Chi giudica chi?
» Callegari e il remix di Silvestri
» Bergamo, Pavia, la calca e Tarkovskij
» Ma guarda un po'!
» Sanremo 2004 Luci ed Ombre
» Conversazione con Sironi
» Premiato musicista pavese
» La musica negli U.S.A

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Francesca Dego in concerto
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 1277 del 29 agosto 2003 (2227) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
A volte capita...
A volte capita...

A volte capita che, per un puro caso, il nome di un musicista se ne torni fuori dall'ombra all'improvviso.

Nella collana Band in Italy, che la De Agostini sta pubblicando a fascicoli nelle edicole, insieme al secondo volume è stato aggiunto un CD di versioni delle canzoni dei Beatles fatte da gruppi italiani degli anni '60.

Tra questi compaiono i Bushmen. Chi erano costoro? Un complesso formato da musicisti provenienti dalla Tanzania, dal Kenia e dall'India che si vestivano con divise nere bordate di pelliccia di leopardo. In mezzo a loro spiccava un giovanissimo bianco dai lunghi capelli biondi. Questo adolescente in carriera era Angelino Bosoni (pavese), bambino fenomeno che suonava la batteria come un adulto.

Quando il gruppo lo reclutò, la cosa fece molto scalpore in città, vuoi per la giovane età di questo musicista, vuoi per il contrasto che provocava in mezzo a quel gruppo di ''Selvaggi''.

Le Pesche sciroppate

Poi Angelino, finita la parentesi di ''professionismo'', suonò con alcuni gruppi locali tra cui le Pesche Sciroppate.

Oggi forse siamo rimasti in pochi a ricordarci di quella fantastica avventura e questa pubblicazione è un'occasione per rinverdirne il ricordo.

Angelino Bosoni divide il suo tempo tra l'arte, la meditazion e la musica e vive in una cascina appena fuori Pavia dove gli amici lo vanno a trovare.

 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 29/08/2003 (1277)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool