Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 24 giugno 2018 (375) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Una nuova luce su Pergolesi
» Festival Ultrapadum: 25^ edizione
» PaviaPhone - Aprile
» Le nuove uscite del nuovo anno
» Concorso Lirico Internazionale “Teatro Besostri”
» Montalto Pavese come Buenos Aires
» Borghi&Valli: anteprime di giugno
» La musica rinascimentale e la musica barocca
» Oh questa è bella!
» Rock Valley Festival
» Hildesheim e Pavia gemellati in musica
» "Un Anno Incantato"
» La musica barocca di Vox Organi
» Guido Bolzoni: Happening
» Silvio canta Negroni
» “I Tesori di Orfeo”, IV edizione
» Dai classici a Gershwin
» Sinfonie … al TeSS
» Viaggi è Gospel!
» Piccola Camerata a Stradella

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Vittadini Jazz Festival
» A Pavia Barocca, Frescobaldi e il canto gregoriano
» Aspettando Vittadini Jazz Festival
» Le cose in comune
» Perepepé - Il Maestro Rolla, ambasciatore della viola
» Fiori musicali per voce e pianoforte
» 1968: dieci canzoni di un anno indimenticabile!
» Ricercar Consort
» Itinerario agostiniano tra musica contemporanea e canto ambrosiano
» Coro Comolpa in Osteria presenta il suo nuovo Cd
» Rossini con furore!
» Il salotto musicale a Parigi
» Jordi Savall a Pavia Barocca
» Semplicemente Sacher
» Festival del Ridotto
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 12740 del 11 novembre 2014 (2348) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Roberto Durkovic: Oltre il ponte
Roberto Durkovic: Oltre il ponte

Secondo disco antologico dell’artista pavese di origini cecoslovacche che raccoglie brani significativi delle precedenti produzioni oltre a due omaggi ai cantautori Fabrizio De Andrè (Verranno a chiederti del nostro amore) e Francesco Guccini (Il vecchio e il bambino) e tre suoi brani reinterpretati da Daniela Panetta (Un ritmo semplice), Silvia Scrofani (Insonnia d’estate) e Gianluca Gabriele (Semplicemente vita).

Da quando Roberto ha scovato i componenti del suo primo gruppo 16 anni fa in Metrò a Milano, di acqua ne è passata sotto i ponti (tanto per riprendere il titolo della raccolta), tanti sono stati i musicisti che si sono alternati nelle sue formazioni e tanti i concerti e le occasioni importanti (basti ricordare il concerto davanti al Papa); costante invece la presenza di Massimiliano Alloisio, ottimo chitarrista che ha sempre assecondato e arricchito le scelte di Durkovic.

Ultimamente, a caratterizzarne il suono sono i violinisti tzigani, figli dei primi componenti del gruppo, un po’ artisti di seconda generazione.

16 dunque i brani (tanti quanti sono gli anni trascorsi, quasi a dedicarne ognuno ad ogni anno di strada) presenti sul disco che sembra voler creare un collegamento tra culture ed evidenziare il legame e l’interazione esistenti tra i vari musicisti, non più solo zigani ma di diverse nazionalità. Un ponte, quindi, non solo nel titolo, nella copertina, ma anche nella musica e nella vita.

Curioso, tra l’altro, ascoltare le canzoni di Roberto interpretate da altri che però, nulla togliendo alla bravura degli interpreti, finiscono (loro malgrado) per appiattirle e banalizzarle. E’ inevitabile quando un cantautore è molto personale.

Il disco verrà presentato con un concerto a Spaziomusica, Venerdì 14 Novembre.

 
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 11/11/2014 (12740)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2018 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool