Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 17 ottobre 2019 (278) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Liberalizzazione energia elettrica: cosa succederà?
» Piano Parcheggi a Pavia...
» Caldaiette individuali: un pasticcio che penalizza l’utente
» Lo strano caso delle bollette di conguaglio
» Bolli auto e arretrati
» Guasti telefonici: importanti risultati!
» Truffe informatiche
» Polizze sostitutive a cauzioni di affitto
» Patente a punti: luci ed ombre dopo la decisione della Consulta
» Processo Parmalat
» Multe con sovratassa!
» Novità sulle multe....
» Contro l’uso repressivo dell’autovelox
» Wind a Pavia – basta con le vessazioni
» Questo o quella per me pari sono…
» Le carte di credito
» Il risparmio tradito
» I disastri del risparmio italiano: Nasce FedeRisparmiatori
» Rilevazioni mese di settembre
» Contributi ai Consorzi di Bonifica

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Gli sposi e la Casa
» Giornata Internazionale delle Bambine e delle Ragazze
» Concorso Il rispetto dell'altro
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Africando
» Giornata del Naso Rosso
» Pint of Science
» BambInFestival 2019
» Festival della Filantropia
» Sua Maestria
» CineMamme: al cinema con il bebè
» Home
» Uno sguardo sulla congiuntura economica italiana e mondiale
» GamePV
» #quandocaddelatorrecivica
 
Pagina inziale » Oggi si parla di... » Articolo n. 1271 del 25 agosto 2003 (1485) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
La truffa del 709
La truffa del 709

La battaglia avviata dalle associazioni dei consumatori contro il 709 e le truffe legate a questa numerazione ha fatto registrare numerose vittorie.
Da una parte la Telecom ha accettato le contestazioni e il pagamento parzialmente delle bollette esose derivanti dale telefonate involontarie ai numeri 709 e dall'altra la Polizia Postale e l'Autority hanno avviato numerose indagine per bloccare le società che organizzavano questo tipo di truffa. Alcune di queste società sono già state individuate e denunciate per truffa alla Magistratura.

I "dialer" sono entrati quindi a forza nella conoscenza degli utenti del telefono che, anche a seguito di questa esperienza, cominciano ad essere meno sprovveduti di prima.

In provincia di Pavia le nostre stime sono state confermate ed è emerso un dato drammatico e allarmante; infatti più di 500 utenti sono stati coinvolti nella truffa, durata anche più di un bimestre, per un ammontare di 290.000,00€ messi impropriamente a carico degli utenti telefonici pavesi.

La nostra associazione ha gestito circa 195 pratiche di contenzioso a cui si sono aggiunte numerose richieste di rimborso di bollette già pagate.
Chi ha pagato inavvertitamente queste bollette, infatti, non si deve scoraggiare perché La Telecom ha accolto le richieste delle associazioni e ha previsto di rimborsare i clienti dietro la presentazione di una specifica domanda.
In una sua comunicazione la società ha infatti informato che "tutte le azioni avranno la medesima valenza e saranno rappresentare sia dal reclamante ex novo che dal cliente che abbia già pagato la somma in contestazione (inclusi i clienti domiciliati, ovvero tutti i clienti che abbiano provveduto ad effettuare i pagamenti); in tale ultimo caso si provvederà ad effettuare, sulla prima fattura utile o con assegno circolare o bonifico bancario, il rimborso della somma già pagata al cliente".
La procedura è ancora oggi percorribile e i primi rimborsi stanno arrivando in questi giorni ai clienti pavesi.

Ma attenzione non è ancora tutto risolto e il problema potrebbe tornare d'attualità per un'altra strada. Telecom infatti ha "congelato" le cifre delle chiamate in 709 evitando di staccare le linee ma ha lasciando inalterato il credito originario con le società che gestiscono questi servizi. Questi gestori sono pertanto liberi di chiedere il pagamento delle somme direttamente ai clienti rivendicandone il corrispettivo.
Noi auspichiamo che ciò non avvenga, anche per intervento dell'Autority per le Telecomunicazioni che a proposito di deve pronunciare, ma la vigilanza è d'obbligo. Bisogna prestare la massima attenzione e rifiutare qualsiasi pagamento che riteniamo illegittimo anche ai sensi delle disposizioni di cui al decreto legislativo 185/99 che vieta la fornitura di servizi non richiesti.

 
 Informazioni 
 

Mario Spadini

Pavia, 25/08/2003 (1271)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool