Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 13 dicembre 2019 (245) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» Festa del Roseto
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera - Sull'onda dello Ukiyo-e
» Natale in museo per bambini
» Leonardo e l'antico Ospedale San Matteo di Pavia
» Torre in Festa
» Museo per la Storia - apertura sabato
» Mortara e Primo Levi
» Pavia in posa, da Hayez a Chiolini
» Al Passo con il Naviglio Pavese
» A tu per tu con l'opera: Pietro Michis
» Lo sguardo di Maria
» Uno:Uno. A tu per tu con l'opera kids
» Leonardo e la Via Francigena a Pavia
» Mercatino del Ri-Uso a Borgarello
» Tracce
» IT.A.CÀ
 
Pagina inziale » Turismo » Articolo n. 12599 del 3 settembre 2014 (2849) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Festa del Ticino: week-end finale
Festa del Ticino: week-end finale
Musica, arte, cinema, sport, poesia, laboratori e conferenze, visite guidate e passioni tra le più svariate. La Festa del Ticino 2014, nell’arco di 100 giorni, ha offerto un ricco programma di iniziative culturali e di intrattenimento, accompagnando l’estate dei cittadini e di quanti hanno visitato Pavia.
Come ogni Festa che si rispetti, quella pavese ha tenuto il meglio per il gran finale, con il week end conclusivo.

Il finissage si apre venerdì, alle 18.30 quando, per inaugurare il nuovo ciclo di Conversazioni pavesi, sul palco allestito in Piazza della Vittoria si andrà A Lezione di Expo 2015, con Giacomo Biraghi, esperto internazionale di strategie urbane, una laurea in Economia delle Pubbliche Amministrazioni alla Bocconi di Milano e una in City design and social sciences alla London School of Economics di Londra.
A conversare con Giacomo Biraghi, sarà Francesco Svelto, professore ordinario al Dipartimento di Ingegneria Industriale e dell’Informazione all’Università degli Studi di Pavia. La serata sarà introdotta da Giacomo Galazzo, Assessore alla Cultura, Turismo, Expo, Legalità del Comune di Pavia.

Per chi non ha le idee chiare su cosa sarà l’Expo 2015 a Milano, ma anche per quegli inguaribili pessimisti sulla riuscita dell’evento milanese. Giacomo Biraghi, ispiratore dei Tavoli Expo di Milano e, quindi, “dannatamente”, #expottimista, racconta Expo 2015 Milano. Cosa sarà, cosa non sarà, e quanto di buono si sta facendo per il nostro paese. 

Si prosegue sabato, serata in cui si potranno trovare “segni di Notte bianca” sparsi un po' in tutta la città: dal Mercato europeo (curato da Confesercenti e allestito in viale Matteotti a partire da giovedì 4 e fino a domenica 7 settembre) al Mercato dell’Artigianato e del Collezionismo (curato da ASCOM e allestito dalle ore 20 alle 24 al Ponte Coperto) al Mercatino Regionale Piemontese (allestito in Piazza Italia sabato 6 e domenica 7 settembre); dai laboratori per bambini organizzati dalla Biblioteca Ragazzi (ore 11: “Dress the bear”, laboratorio in lingua inglese per bambini da 5 a 7 anni; ore 17.30: “La biblioteca esplosiva”, laboratorio-spettacolo di esperimenti scientifici per tutti; info: 0382.399610) a quelli ideati dalla Biblioteca Bonetta (ore 21.15: “Il cielo dei cantastorie”, laboratorio di musica e narrazione a cura di R. Nobile), che ha anche organizzato, alle ore 22.15, lo spettacolo teatraleSono una piccola ape furibonda”, fino al Tango Il-Legal in Cupola Arnaboldi (organizzato da Scuola Tango – ARCI I Cantieri, centro di pratica e cultura artistica) e ai concerti e alle attività proposte dagli esercizi privati.

Anche il Teatro Fraschini contribuirà ad animare la città con una performance di musica e teatro a cura della Scuola di Teatro e dell’Istituto Musicale Vittadini, nel porticato di ingresso in Strada Nuova, dalle 20 alle 22.

Ma il cuore pulsante della Notte bianca pavese si dislocherà tra Piazza della Vittoria, , Piazza Cavagneria, Piazzale Ghinaglia, Viale Lungoticino Sforza e il Fossato del Castello Visconteo. 

La piazza principale della città ospiterà il doppio concerto dei Rad1 + Bandido. I primi con un repertorio che va dal  prog-metal dei Dream Theater ai Queen, dai System of a down ai Metallica fino ad arrivare ai medley folli come l'ormai famoso "Mix Pazzo" o come il "Mix Tarantelle", i secondi con un repertorio originale incentrato su medley di canzoni famosissime dalle sonorità reggae, ska, r n'b, latin rock, suonate dal vivo in chiave quasi dance.

La P.Funking Band sarà in Piazza Cavagneria e itinerante con una miscela fresca, originale ed esplosiva di funk, disco music, hip hop, soul, rhythm’n’blues e jazz rivisitata in chiave marching, che si affianca alle coreografie a cui partecipa tutta la band.
 
Piazzale Ghinaglia darà spazio ai due fratelli Germano e Claudio Spiaggi, che faranno cantare e ballare al ritmo del liscio e delle migliori canzoni degli anni passati, con un karaoke system realizzato in collaborazione con l'associazione "MeiStoInBurg" e "La Cooperativa artigiani del Borgo".

Nel Fossato del Castello Visconteo ci sarà il Cambiamo Festival Speciale Notte Bianca: sul palco saliranno The Beerers, Daniele Tenca e altri ospiti.

In fine, sul Lungoticino Sforza, Radio Aut presenta Cindy Go Soul Duo, la vocalist filippina Cindy Mah e il musicista vogherese Alberto Graziani accompagneranno il pubblico con il loro repertorio di musica soul, pop, rhythm and blues. Dalle ore 23.30 è prevista una selezione musicale revival ad opera dei ragazzi del circolo.

E siamo al Gran Finale, quello di domenica, giornata che, dalle 9 alle 23,sul Lungoticino Sforza e Visconti, ospiterà il Gran Mercato delle bancarelle, organizzato da ASCOM e Confesercenti.

Nella sala mostre del Castello Visconteo è aperta, ancora fino alle 18,  Altari Mediterranei. Pellegrinaggio d’Amore – dalla Passione alla Coscienza, la personale di Luigi Camarilla, prorogata fino al 7 settembre (orario: 10-13 e 15-18 mar-ver; 10-18 sab-dom; lunedì chiuso).

Dalle ore 18, in Piazza Cavagneria e poi nello Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto di Pavia, Marco Lodola racconterà alla città, attraverso la musica (con un concerto) e la fotografia (con una mostra), il suo nuovo progetto di arte pubblica: l’installazione luminosa per il Ponte dell’Impero di Pavia. Ponticino – così ha scelto di chiamarlo l’artista – è un omaggio al Fiume blu ma anche al ponte che sovrasta le acque turbolente, e che acquista una sua identità, tutta particolare.

La serata, presentata da Red Ronnie, si aprirà sul palco allestito in Piazza Cavagneria con il concerto dei Fluon, band formatasi nel 2011 dall’incontro tra Andy, ex Bluvertigo e ora frontman, Fabio Mittino e Faber. Il gruppo incarna l’estetica, il suono e lo spirito dell’omonimo laboratorio d’arte, fabbrica di idee, dipinti e musica. I Fluon suoneranno insieme alla giovane cantautrice-pianista Beatrice Antolini.

Dopo un’introduzione di Giacomo Galazzo, Assessore alla Cultura del Comune di Pavia, la serata continuerà con una conversazione tra l’artista Marco Lodola ed Enzo Iacchetti, e gli interventi di Max Pezzali, Ron, Drupi e del comico Gianni Fantoni.

Seguirà l’inaugurazione della mostra fotografica, nello Spazio per le Arti Contemporanee del Broletto, che illustra le diverse fasi di lavorazione del progetto luminoso (catalogo Skira). Esposti fino al 21 settembre, e inseriti in un allestimento in chiave futurista (curato dall’architetto Carlo Golgi), sono una trentina di scatti fotografici realizzati da Marcella Milani, Graziano Perotti e Bianca Lodola che raccontano, attraverso l’occhio del fotografo-artista, il work in progress di Ponticino. Accanto, come trait d’union con il passato e la memoria storica, sono inserite alcune immagini d’epoca del Ponte dell’Impero, tratte dall’Archivio Chiolini, testimone “ufficiale” delle realizzazioni urbanistiche pavesi del Ventennio e poi fotografo principe della vita cittadina, e conservate presso la Fototeca storica dei Musei civici del Castello Visconteo.

La mostra sarà accompagnata dalla performance pittorica del Gruppo Fu*Turista (IUCU, Lele Picà, Alessandro D’Aquila), che dipingerà una riproduzione del ponte.

Ponticino sarà acceso la sera stessa, prima del Gran Finale della Festa del Ticino, con lo spettacolo pirotecnico, in programma alle 22 all’Area Vul, realizzato con il contributo di ASM Pavia.

 
 Informazioni 
Dove: Pavia
Quando: 5, 6 e 7 settembre 2014 
Per informazioni: tel. 0382/399352, 0382/079943 

 
 
Pavia, 03/09/2014 (12599)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool