Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 18 giugno 2019 (286) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» Festa del Roseto
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV
» Pavia in poesia 2019
» Pi Greco Day 2019
» Festival del Dialogo tra Uomini e Donne
» Scarpadoro – si aprono ufficialmente le iscrizioni!
» Birre Vive sotto la Torre Chrismas Edition
» IV Marcia dei diritti dei bambini e dei ragazzi
» Festival dei Diritti
» Ticino Ecomarathon
» Mostra dei Funghi
» Autunno Pavese: tante novità
» Marathon Vigevano Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Il romanzo di Baslot
» Sopra il vestito l'arte:dialogo d'artista
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Drollerie, una mostra di Tommaso Filighera
» Prima che le foglie cadano
» Il Collegio Borromeo festeggia Emanuele Severino
» La bellezza della scienza
» Presentazione inutile
» Maria Corti: una vita per la parola. Un viaggio editoriale
» Walking the Line
» Pillole di... fake news
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
» Schiavocampo - Soddu
» Marcella Milani si racconta al Pavia Foto Festival
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 12506 del 30 giugno 2014 (2369) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Sagra dei paesi del mondo
Sagra dei paesi del mondo
Al Centro Culturale Artemisia di Spessa Po tre serate per festeggiare tre diverse realtà, con la 2^ edizione della Sagra dei Paesi del mondo.

Si parte venerdì sera con la Cultura Ebraica.
Alle 20.00, aprirà la serata la Cena con sapori e profumi dalle cucine ebraiche, cui seguirà, alle 21.30, il concerto-spettacolo Klezmer Funambolico!

Protagonista la Compagnia Circo Pirata, che si sposta di porto in porto per depredare tesori con arrembaggi di giocoleria ed equilibrismo. L’indole camaleontica di questa ciurma vagabonda si sposa perfettamente con gli equilibrismi ritmici e le vorticose sonorità transeuropee dei RoyKlezmorim, gruppo musicale che reinterpreta brani della tradizione ebraica affiancandoli ad un proprio repertorio originale. Dalla fusione di queste due realtà affini è nato uno spettacolo unico nel suo genere in cui l’ironia clownesca e i virtuosismi circensi vi cattureranno al suono di una musica nomade e di confine, in perenne equilibrio tra oriente ed occidente, sacro e profano, e che ha saputo fare dell'instabilità e della precarietà di un popolo il suo punto di forza!

Sabato spazio all’Argentina. La serata si aprirà alle 18.30 con l’incontro Popoli, migrazioni e cittadinanza- Presentazione del progetto sui rifugiati e richiedenti asilo: Open Doors. 
A seguire (ore 20.00), la Cena con asado e cucina tipica argentina e, alle 21.30 lo spettacolo teatrale Gente Come Uno di Manuel Ferreira, Elena Lolli, con Manuel Ferreira.

C'era una volta un paese ricco e ora non c'è più                                                                
Rabbia nel vedere un Paese ricco e abbondante di risorse ritrovarsi oggi privato di tutto. Rabbia nel vedere la gente piegata, senza lavoro, senza casa, senza copertura medica. Chiedersi come si è arrivati fin qui, che cosa bisognava guardare.
Tante domande, tante paure, una necessità, quella di non distrarsi mai più, quella di non girarsi mai più dall’altra parte.
Impossibile restare ancora chiusi nelle proprie case. Bisogna scendere in piazza, insieme a tutti gli altri, a battere le pentole. Per la prima volta dopo anni e anni di indifferenza la gente si mescola, cerca il modo di autorganizzarsi, di autogestirsi, sapendo di potersi salvare solo se uniti.
 
Ultima data della sagra domenica 6 luglio, con una serata dedicata al Camerun.
Prima un momento di convivio con la Cena con cucina tipica africana (ore 20.00), poi il concerto di musica tradizionale con Couleurs Camerun (ore 21.30).
Un viaggio senza meta, uno sguardo sereno verso quello che potrebbe essere il nostro amato pianeta
se ci lasciamo andare, trasportati da una delle grandi meraviglie di questo mondo: il ritmo.
Il ritmo di questo millennio, quello che in molte culture ancora oggi funge da ponte tra questo mondo e l'aldilà, un elemento di cura, o un grido di non sottomissione ad un regime, un desiderio di libertà dalle oppressioni. Quello suonato e cantato dai mie nonni africani....
Processo di multilateralità dove la diversità ritmica, etnica e fisica si incontra. La sperimentazione di nuovi generi insieme con il vivo ricordo delle origini creano un métissage sinergico, potente, allegro, inaspettato, travolgente.
 
 
 Informazioni 
Dove: Centro Culturale Artemista, via Castello 4 - Spessa Po
Quando: 4, 5 e 6 luglio 2014
Partecipazione: ingresso 10 euro, ridotto fino ai 20 anni 6 euro; ingresso + cena (con prenotazione obbligatoria) 17 euro. Abbonamento alle tre serate comprensivo di cena: 39 euro.
Per informazioni e prenotazioni (entro mercoledì 2 luglio): associazioneartemista@gmail.com oppure 0382729919, 349/7252803
 

La Redazione

Pavia, 30/06/2014 (12506)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool