Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 20 novembre 2019 (297) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» BirrArt 2019
» Torre in Festa
» Festival dei Diritti 2019
» Ticino EcoMarathon
» Pavia per gli animali
» Mostra mercato “Antiche varietà agricole locali e piante spontanee mangerecce”
» “Barocco è il mondo” Sbarco Sulla Luna
» Non solo Cupola Arnaboldi – Pavia fa!
» Festa del Ticino 2019
» Scarpadoro di Capodanno
» Giornata del Laureato
» Africando
» Palio del Ticino
» BambInFestival 2019
» RisvegliAmo la Relazione: Io e l'Ambiente – II edizione
» Festa del Roseto
» Festa di Primavera: Mostra dei Pelargoni
» Next Vintage
» L'Università diventa una palestra
» GamePV

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» L'altro Leonardo
» Looking for Monna Lisa
» Pavia Art Talent: una fiera per l'arte accessibile
» Incontro con Giorgio Scianna
» Custodire la memoria. Incontro con Giovanni Paparcuri
» Attraverso i nostri occhi
» Un patrimonio ritrovato
» Spazio sospeso
» Arianna Arisi Rota, Risorgimento. Un viaggio politico e sentimentale
» Libri al Fraccaro: Street philosophy Saggezza quotidiana
» Francesco Melzi e i codici di Leonardo
» Essenzialità dell'inessenziale
» Un oceano di silenzio
» Al Borromeo il ricordo del teologo Karl Barth
» La grande bellezza dei libri
 
Pagina inziale » Cultura » Articolo n. 12225 del 3 marzo 2014 (2338) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Festa della donna interculturale
Festa della donna interculturale
Anche quest'anno l'associazione culturale Il Villaggio di Esteban di Mortara propone una iniziativa per la Giornata della Donna: l'appuntamento per tutti coloro che vorranno partecipare è per sabato pomeriggio, nel cortile del caseggiato di via S. Albino Alcuino, dove l’iniziativa sarà ospitata dalla comunità romena che vive in quella antica casa a più piani, denominata il Lugon, quella che si trova lungo il percorso ciclabile che porta all'Abbazia di Sant'Albino.
 
Tra cartelli colorati che indicano gioiosamente ai pellegrini della Francigena la fine della tappa e la possibilità di un meritato riposo.
 
Il Villaggio di Esteban vuole festeggiare l'otto di marzo insieme alle donne più fragili, e non c'è in questo nessun giudizio etico o politico, e dimenticate della città. Quelle donne che magari ci fanno paura perché sono così tanto lontane dai nostri sguardi, dai nostri valori, dalle nostre… virtù.
 
«Con loro sarà uno spettacolo di poesia, canti, teatro, testimonianze. A loro chiederemo di suonare insieme a noi - spiegano gli organizzatori -. Porteremo al Lugon il nostro sguardo di cittadini di una comune città. Forse c'è il rischio di parlare linguaggi diversi, ma abbiamo un antidoto, un passpartout comune e siamo certi che funzionerà. Quello della musica. Per questo li inviteremo a suonare i violini insieme a noi.
Chiederemo alle donne di Romania, di questa strana Europa che non riesce a trovare un cammino condiviso, di festeggiare con noi la coscienza di essere donna. In un tempo difficile, di crisi di senso, di migrazioni costrette, di incendi di guerra un po' ovunque
.
Cercheremo di dare valore alla capacità tutta femminile di avere cura del mondo, alla saggezza di chi riesce cosi bene a creare e alimentare relazioni.
Una scelta la nostra, non facile. Noi tuttavia vogliamo solo sperimentare la possibilità di incontro e di conoscenza tra uomini e donne che vivono e abitano e sognano in contesti culturali molto diversi
».
 
 Informazioni 
Dove: cortile del caseggiato di via S. Albino Alcuino - Mortara
Quando: sabato 8 marzo 2014, dalle 14.30
 

La Redazione

Pavia, 03/03/2014 (12225)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool