Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
venerdì, 22 marzo 2019 (264) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un Capodanno... A piedi nudi nel parco!
» Giovanni Vernia Show
» Caveman - L’Uomo delle caverne
» Giocando con Orlando
» Zingaretti e... La Sirena
» Paniate & Santonastaso al Cagnoni
» Il Cagnoni si presenta!

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Piccoli Argini: La Tempesta
» Il Pianoforte vuoto: provando Beethoven
» La Luna Nuova
» Verso il bosco”
» Enrica, che spettacolo di formica
» Dottore c'ho la vagina pectoris!!!
» Non siamo in pericolo
» Lisistrata. La congiura delle donne per la pace
» Al cinema insieme - marzo 2019
» Urania
» "I fuori sede"
» Sotto i girasoli
» Scarpette rosse
» BuioBù
» ‘Cinema d’autore’
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 12150 del 27 gennaio 2014 (1928) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Qui e ora
Qui e ora
Valerio Mastandrea torna a teatro interpretando una commedia scritta e diretta da Mattia Torre, celebrato autore della fortunata serie TV Boris.
 
È una graffiante pièce capace di mettere in luce le contraddizioni del nostro mondo quotidiano: due scooter si scontrano in una strada secondaria di un’isolata periferia romana, vicina al grande raccordo anulare, completamente  deserta, senza passanti, né case, nei campi, nel nulla.
 
A terra, a pochi metri l’uno dall’altro, due uomini sulla quarantina; il primo immobile, potrebbe essere morto, l’altro piano muove un piede, a fatica si alza.
E anche il primo apre gli occhi. Avrebbero bisogno di aiuto, ma non lo avranno; avrebbero bisogno di cure, ma i soccorsi non arriveranno prima di un’ora e mezza.
Intorno a loro, per loro, niente e nessuno. E, in un paese dove se fai un incidente con qualcuno, a parità di torto o di ragione, quello è già un tuo nemico, “Qui e ora” parte da questo spunto per raccontare la collisione di due differenti universi, un giovane rampante e un disoccupato disperato.
 
Nella sfiduciata attesa dei soccorsi, si apre una partita serrata, condotta senza esclusione di colpi e senza soste, nella quale la comicità è strumento privilegiato per raccontare l’inquietudine e il vuoto dei nostri tempi.
Valerio Mastandrea (Premio Hystrio all’interpretazione per questo spettacolo) e Valerio Aprea (reduce dal successo di Momenti di trascurabile felicità) indossano alla perfezione i panni degli sfidanti indiavolati.

Per scoprire l’evoluzione di questa vicenda, l’appuntamento è al Teatro Fraschini di Pavia nel fine settimana.

 
 Informazioni 
Dove: Teatro Fraschini, corso Strada Nuova, 136 - Pavia
Quando: 1 e 2 febbraio 2014 - sabato ore 21.00, domenica ore 16.00.
 
 
Pavia, 27/01/2014 (12150)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool