Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 22 gennaio 2020 (238) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Macadam: Latitudine incrociate
» Fabrizio Poggi & Chicken Mambo: Spaghetti Juke Joint
» Nat Soul Band: Not so bad
» Ho sbagliato secolo
» Blues, Blues e ancora Blues
» Shag’s Airport
» Accordiamoci
» Il leone nell’Arena
» Francesco Garolfi: Un posto nel mondo
» Alberto Tava: il nuovo disco Mediterraneo
» Il matrimonio che vorrei: da oggi a Pavia
» Reality: ma quando ANCHE a Pavia?
» Magic Mike: quando è lui a spogliarsi...
» Il rosso e il blu: scuola italiana...
» I Beach Boys in Italia: c’ero anch’io!
» Giorgia, che sorpresa!
» Il ritorno dell'uomo armonica
» Wanna Be Startin’ Somethin’. Thriller rivisitato
» Un disco tutto pavese per Woody Guthrie
» "Tutti Pazzi per Marco Pazzi"

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Christian Meyer Show
» Concerto di Natale - Merry Christmas in Jazz & Gospel
» Festival di Natale - ¡Cantemos!
» Festival di Natale - El Jubilate
» Festival di Natale - Hor piango, hor canto
» Concerto di Natale
» Festival di Natale - O prima alba del mondo
» Up-to-Penice omaggia De Andrè
» Duo violino e violoncello
» Cori per il Togo
» Open-day al Vittadini. Laboratori musicali per l'infanzia
» Stayin' alive LVGP sings 70s
» Omaggio a Offenbach e Lirica del cuore
» Festival di Gypsy
 
Pagina inziale » Musica » Articolo n. 12148 del 24 gennaio 2014 (4393) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Far Out
Far Out
Dopo For Real, Still Got Dreams, 30 Lives! e Moon Road (registrato ad Austin con la produzione di Mel Bregante), il nuovo Far Out, realizzato grazie al crowdfounding di amici e fan, è un po’ la summa delle varie espressioni musicali dei Mandolin' Brothers.
 
Questo nuovo album nasce dall’incontro e collaborazione con Jono Manson che, oltre a suonare nell’album, ne ha anche curato la produzione, e già questo dovrebbe farvi raddrizzare le orecchie: perché mai un americano di successo dovrebbe interessarsi a tal punto di un gruppo dell’Oltrepò Pavese da curarne la produzione, se non fosse più che convinto della validità della proposta?
 
Il disco vede la partecipazione di altri ospiti illustri quali Cindy Cashdollar (Bob Dylan, Van Morrison, Rod Stewart ecc.), John Popper (Blues Travelers), Edward Abbiati (Lowlands) Stefano Bertolotti (Chemako) la TPN Horn Section (Andres Villani, Max Paganin, Claudio Perelli e Marco Grignani).
 
13 brani originali, composti dai vari membri della band, costituiscono l’ossatura di un disco che un po’ “chiude il cerchio” di un’avventura musicale che dura da 35 anni.
Il rock, nelle sue varie accezioni, torna a galla prepotentemente, senza compromessi o timori di commistione di generi; non è più solo roots music, country o altro ancora: è semplicemente rock, puro come sgorga dalla sorgente dell’anima di questi sei musicisti che passano tranquillamente da sonorità che ricordano i Doobie Brothers, i Little Feat, ai Los Lobos (Hey Senorita), a Dr. John, agli Eagles, ai Pogues o persino agli storici Lovin’ Spoonful.
 
Anche i testi cambiano e Jimmy arriva a raccontarci del suo fegato (Bad Liver Blues), mentre Rovino (in Black Oil) affronta con parole dure il tema dell’ecologia disattesa.
La mia preferita? La splendida e toccante ballata Circus!
 
Un plauso speciale va alla copertina, fulgido esempio di grafica westcostiana del periodo lisergico. Mai copertina italiana ha raggiunto un tal grado di perfezione e sincronia con il contenuto del disco.
Bel colpo, ragazzi! Complimenti!
 
 Informazioni 
 

Furio Sollazzi

Pavia, 24/01/2014 (12148)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool