Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
mercoledì, 14 aprile 2021 (437) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Un anno al Fraschini
» I Fratelli Lehman
» Il Gabbiano
» Caffè Corretto
» After Miss Julie
» Se il tempo fosse un gambero?
» Ogni volta che si racconta una storia
» Teatro Fraschini: Stagione 2018/2019
» Il corpo che... avanza
» Novecento
» Spirito di Copenaghen
» Quà quà attaccati là
» Sette topi in cucina. Chi ha paura di Le Grand Miaò?
» Stelle Erranti. Perché il vento non le porti via
» Sogno di una notte di mezza sbronza
» Piccoli Crimini Coniugali
» Ed ero più mata de prima
» Fabule & Scarpule
» Il Mercante di Monologhi
» Tramp

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 12134 del 17 gennaio 2014 (2269) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Alice underground
Alice underground

Il favoloso mondo di Alice rivive in una magica versione tra teatro, cartoon e musica, in un paese delle Meraviglie ipnotico, ironico, poetico, per bimbi di ogni età disposti a sognare.

Con Alice underground Ferdinando Bruni e Francesco Frongia ci regalano la possibilità di entrare nel mondo surreale descritto da Lewis Carroll in Alice nel paese delle meraviglie e attraverso lo specchio e quello che Alice vi trovò.
Insieme ad Alice siamo travolti dal susseguirsi di situazioni strampalate, popolate da figure curiose che parlano il linguaggio dell'assurdo.

La storia ci viene raccontata attraverso quadri viventi in un caotico avvicendarsi che stupisce ed emoziona. Ida Marinelli, Ferdinando Bruni e Matteo De Mojana riescono perfettamente a far fronte al costante trasformismo che li vede nei panni di quasi una trentina di personaggi. Perfetta Elena Russo Arman nel ruolo di Alice, uscita direttamente dal patrimonio vocale e mimico di cartoni e racconti per l'infanzia.
Davvero notevoli i trecento acquerelli, dipinti da Bruni e animati da Frongia, in grado di stimolare l'immaginazione e restituire la calda sensazione dei libri illustrati. I personaggi in scena si inseriscono perfettamente nel paesaggio e vi interagiscono attraverso un gioco di movimenti studiati nel dettaglio, contribuendo a sfumare i contorni tra realtà e fantasia.

Oggetti animati e indovinelli senza soluzione popolano un paese dove il gioco dell'assurdo stimola spunti di riflessione che vanno dall'identità personale all'incontro con l'altro, dalla sguardo infantile sul mondo alla costruzione della propria strada tra i continui cambiamenti della vita.
L'impressione è che Bruni e Frongia si siano lasciati trasportare senza riserve dalla fantasia di Carroll, regalandoci la magia di un sogno vissuto a occhi aperti.

 
 Informazioni 
Dove: teatro Sociale di Stradella, Vicolo Faravelli 1, Stradella
Quando: mercoledì 22 gennaio 2014, ore 21.30

 
 
Pavia, 17/01/2014 (12134)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2021 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool