Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
domenica, 25 ottobre 2020 (193) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» Vacchi e Bossini agli Incontri Musicali del Collegio Borromeo
» Il Mio Film. III edizione
» Il Carnevale degli Animali... al Museo!
» Incontro al Caffè Teatro
» Nel nome del Dio Web
» Carnevale al Museo della Storia
» Leonardo e Vitruvio. Oltre il cerchio e il quadrato
» Vittorio Sgarbi e Leonardo
» Narrare l'Antico: Sole Rosso di Grazia Maria Francese
» La Principessa Capriccio
» Visual Storytelling. Quando il racconto si fa immagine
» Francesca Dego in concerto
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» I linguaggi della storia: Il formaggio e i vermi
» Al Borromeo l'omaggio a Beethoven
» Giornata della memoria. Il cielo cade
» Gran Consiglio (Mussolini)
» Il Sentiero dei Piccoli - Open Day
» Christian Meyer Show
» La Storia organaria di Pavia

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Il Mio Film. III edizione
» Nel nome del Dio Web
» Incontro al Caffè Teatro
» La Principessa Capriccio
» Fra moglie e marito… Drammi del linguaggio
» Gran Consiglio (Mussolini)
» La Farina Dal Diaul La Finisa In Crusca
» Corpi in gioco
» Guglielmo Tell
» Il sogno di Peter Pan
» Le signorine
» Grease
» Petit Cabaret 1924
» La Tempesta
» Crossroads 2019 - Il Cinema dei percorsi di fede
 
Pagina inziale » Spettacoli » Articolo n. 12133 del 17 gennaio 2014 (2712) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Niente di niente
Niente di niente
Niente di niente è uno spettacolo che scaturisce da ricordi dei malati di Alzheimer che, grazie al lavoro svolto dall'equipe psico-educativa del Centro Diurno dell’Istituto Santa Margherita, e nello specifico dalla Dott.ssa Manuela Loria e dall'educatrice Valeria Re, si sono trasformati in ore di interviste registrate e scritte. Sono ricordi che parlano di un passato non troppo lontano, attraverso gesti semplici di vita quotidiana ed emozioni forti.
 
Vissuti quali la paura, la tristezza, il lutto, i timori legati alla povertà e alla fame, l'incertezza sul futuro provati in epoca di guerra, si fondono, sul versante opposto, alla gioia legata alla maternità, all'emozione del primo bacio, agli affetti e alla solidità dei rapporti familiari nonché i giochi e le emozioni provate durante l'infanzia.
 
È una produzione In Scena Veritas, in calendario nella rassegna Argini, che vede Tiziano Rossi in regia ed Elisa Calderoni, Alessandro Chieregato, Manuela Malaga, Rita Minchiotti sul palco.
 
Sono storie singole – spiega Tiziano Rossi, regista – vissute da persone diverse, in luoghi diametralmente opposti tra loro ma che piano piano sono andate a creare storie familiari. La malattia è volutamente solo accennata, perché abbiamo preferito principalmente rievocare queste vite meravigliose che sono state vissute lontane dallo spettro del morbo di Alzheimer”.
 
 Informazioni 
Dove: via Einaudi, 23,c/o Spazio ISV - Travacò Siccomario
Quando: 25 e 26 gennaio 2014, ore 21.00
Ingresso: 8 euro

 

 
 
Pavia, 17/01/2014 (12133)

RIPRODUZIONE VIETATA
www.miapavia.com è testata giornalistica, il contenuto di queste pagine è protetto dai diritti d'autore.
In caso di citazione o utilizzo, si prega di evidenziare adeguatamente la fonte.



MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2020 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool