Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
giovedì, 17 ottobre 2019 (226) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Luca Mercalli e la crisi climatica
» Pillole di... fake news
» Walking the Line
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
» Marcella Milani si racconta al Pavia Foto Festival
» Colloquio sull'Europa
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» A tu per tu con Massimo Tammaro
» Mino Milani - Di stelle e di Misteri
» Conversazione Pavese
» Circolo di lettura
» Gek Tessaro e il suo Pinocchio
» Alda Merini la poetessa dei Navigli
» Nicola Attadio racconta Nellie Bly

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
» Letizia Moratti ospite al Nuovo
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 12075 del 29 novembre 2013 (3996) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Immaginare Babele... con Liverani
Immaginare Babele... con Liverani
Filologia antica, storia dell’urbanistica, dell’arte e dell’architettura, ma anche sociologia, computer-grafica e telerilevamento.
Fermiamoci qui, anche se il catalogo non è solo questo: dopo tre anni di letture forsennate «dentro, ma soprattutto fuori del suo campo professionale», Mario Liverani, docente di Storia del Vicino Oriente antico alla Sapienza di Roma, è arrivato a pubblicare per Laterza l’imponente Immaginare Babele. Due secoli di studi sulla città orientale antica.
 
Per questo incontro con lo studioso, giovedì sera al Collegio Nuovo, i professori Dario Mantovani e Clelia Mora (Università di Pavia), pur salvaguardando l’“immaginazione”, hanno modificato il sottotitolo, in omaggio a un distinguo cui il Professore tiene molto, come si legge nella sua Introduzione: «È peraltro impressionante come e quanto i vecchi miti, gli echeggiamenti delle letture bibliche e classiche, restino profondamente radicati nella nostra cultura, e quanto invece le scoperte più recenti, per clamorose che siano, facciano fatica a penetrarvi. E le recenti tendenze alla
spettacolarizzazione e alla condivisione “di massa” della comunicazione culturale traggono più facile e attraente linfa dai vecchi miti che non dalle noiose precisazioni degli storici di mestiere».
 
La precisazione è il mestiere dello storico Liverani, Accademico dei Lincei, che peraltro ha anche riedito, dopo vent’anni, il suo classico della storiografia Antico Oriente, monumentale opera che ripercorre tre millenni di storia (3500-500 a.C.).

 
L’autore di Uruk, la prima città va oltre la contrapposizione fra “macerie” orientali e “rovine” occidentali, invitando a scavare, lui archeologo tra Siria, Turchia e Libia, sotto i “tell”, nome arabo che si riferisce alle colline artificiali sotto cui erano nascosti monumenti dell’Oriente pre-classico.
La città nasce in Oriente - culla della civiltà, si ripete - ma una lunga tradizione di viaggiatori e storiografi ha persistito nel rappresentare quella antica orientale come espressione del dispotismo teocratico. Il risultato di due secoli di studi porta a incrinare l’unanime concordia nell’identificarla per contrapposizione con quella occidentale, considerata invece manifesto di matura democrazia.
 
La storia della città, luogo di convivenza “civile”, si avvicina a quella del diritto: a qualche anno dalla presentazione al CEDANT, diretto dal prof. Mantovani, del volume sui “diritti cuneiformi” del Vicino Oriente antico (co-curatori gli stessi Liverani e Mora), i tre studiosi tornano insieme al Collegio Nuovo in un incontro in cui l’apporto di diverse discipline, si vedrà, è ugualmente, se non più determinante. Anche a svelare l’ingenuità di scenografie disegnate a metà Ottocento da un antenato, forse, del Prof. Liverani.
 
 Informazioni 
Dove: Collegio Nuovo – Fondazione Sandra e Enea Mattei via Abbiategrasso, 404 – Pavia
Quando: giovedì 5 dicembre 2013, ore 21.00

 

Comunicato Stampa

Pavia, 29/11/2013 (12075)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool