Pavia e provincia: Pavese, Oltrepò Pavese, Lomellina, eventi, spettacoli e manifestazioni di Pavia e provincia
martedì, 22 ottobre 2019 (274) Qual Buon Vento, navigante! » Entra


 
Articoli della stessa rubrica
» I transgender nello sport tra mito e realtà
» La sirena: da Omero ad Andersen passando per San Michele
» Di amore, di avventura e di archivisti
» Luca Mercalli e la crisi climatica
» Pillole di... fake news
» Walking the Line
» Scienza e bugie: il virologo Roberto Burioni al Borromeo
» Marcella Milani si racconta al Pavia Foto Festival
» Colloquio sull'Europa
» Scoprire il teatro: Carlos María Alsina a Pavia
» Salvatore Silvano Nigro e il "fantastico" Manganelli
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» A tu per tu con Massimo Tammaro
» Mino Milani - Di stelle e di Misteri
» Conversazione Pavese
» Circolo di lettura
» Gek Tessaro e il suo Pinocchio
» Alda Merini la poetessa dei Navigli
» Nicola Attadio racconta Nellie Bly

Vedi archivio

 
Altri articoli attinenti
» Scienziati in prova
» Notte dei Ricercatori - Settimana della Scienza
» Il paesaggio geometrico italiano di origine Romana
» Porte Aperte
» Giornata del Laureato
» Bloomsday
» Nuove generazioni - I volti giovani dell'Italia multietnica
» Tutto quello che avreste voluto sapere sulla Pila di Volta
» Paolo Gentiloni, Roberto Maroni e Ferruccio de Bortoli a Pavia
» Viaggio nel lato oscuro dell'universo
» Scienziati in Prova
» SHARPER: il volto umano della ricerca
» Fiera delle Organizzazioni Non Governative e della Società Civile
» Giornata del Laureato
» Letizia Moratti ospite al Nuovo
 
Pagina inziale » Università » Articolo n. 12067 del 25 novembre 2013 (3882) Condividi su Facebook Stampa Salva in formato PDF
Incontro con Domenico Quirico
Incontro con Domenico Quirico
Un’occasione per conoscere Domenico Quirico, inviato de “La Stampa”, Premio Cutuli 2011 e Premiolino 2012, autore di: Gli Ultimi. La magnifica storia dei Vinti e Il Paese del Male. 152 giorni in ostaggio in Siria Con Pierre Piccinin da Prata…
 
La soluzione del perdono è troppo grande, complicata [...] Se scegliessi l’odio sarei un uomo peggiore di prima e pagherei doppiamente questa esperienza e la pagherei anche per il tempo a venire: sarei come sequestrato ancora. (Domenico Quirico, 10 settembre 2013 – “Ballarò”)
 
Libia. Un signore in giacca e cravatta, vestito da turista, legge una biografia, sembra quella di Cavour. Giuseppe Sarcina, inviato agli Esteri del “Corriere”, gli si avvicina con prudenza: scusi, lei... Ma io sono Domenico Quirico, si presenta il giornalista della “Stampa” che venerdì sera sarà al Collegio Nuovo per un incontro sulla sua esperienza di inviato in terre “dall’altra parte del mare”, come recita il sottotitolo di uno dei suoi volumi sulla “primavera araba”.
 
Un ritratto inedito e pieno di ammirazione, quello raccontato da Sarcina, la primavera scorsa, con i Direttori Ferruccio De Bortoli (“Corriere”) e Mario Calabresi (“La Stampa”) a sottolineare, senza clamore e retorica, l’intenso lavorio istituzionale, sotto traccia, per far tornare a casa Domenico Quirico, ostaggio in Siria.
Un ritratto che dice molto di un giornalista con molti riconoscimenti, tra cui il Premiolino, ma che è pure l’autore di un raffinato e sorprendente volume, Gli Ultimi. La magnifica storia dei vinti (Neri Pozza, 2013),, in cui si ripercorrono le vicende di grandi “liquidatori” della Storia, all’origine di un Mondo nuovo: da Dario ad Ataturk, dall’imperatore Pu Yi a Romolo Augustolo.
 
Con il collega Sarcina, oltre a Elisabetta Rosaspina del “Corriere” e Claudio Monici di “Avvenire”, nel 2011 Quirico aveva già vissuto l’esperienza di un sequestro in Libia, risoltosi con il rilascio degli inviati, dopo quattro giorni, e l’uccisione del loro autista. Due anni dopo è la volta dell’esperienza tremenda in Siria: cinque mesi di dolore e umiliazioni – ma Quirico invita a pensare i mesi in minuti, anzi secondi e questi sono oltre 13 milioni - in un Paese che sembra solo conoscere l’odio, in cui sono scomparse la pietà e la solidarietà.
 
Oltre 200mila minuti rubati agli articoli e ai libri che avrebbe potuto scrivere, agli affetti della moglie e delle due figlie, il cui appello composto e addolorato, insieme al “basso profilo” voluto dal Ministro Bonino, hanno contribuito a riportare Domenico Quirico a casa e a firmare nuovi articoli. «Questa rivoluzione, come tutte le rivoluzioni, ha una seconda fase. Gli eroi, i creatori, gli idealisti scompaiono, muoiono, vengono ingoiati dalla melma degli approfittatori, degli sciacalli, dei lupi. Di quelli che usano la rivoluzione per la scalata sociale, per il loro fanatismo politico, per le loro idee falsamente religiose», tra i suoi primi commenti al rientro.
 
Di questi e altri “liquidatori” della Storia si parlerà con lui, in un incontro che s’innesta nella tradizione di ospiti, in Collegio, come Giuliana Sgrena, Andrea Nicastro e Lorenzo Cremonesi, suoi colleghi del “Manifesto” e del “Corriere”, incontrati con Sandro Rizzi.
 
Un incontro che apre la riflessione sui sommovimenti contemporanei in aree geografiche che, pur dall’altra parte del mare, ci sono vicine. Con Domenico Quirico, per questo, a condurre la conversazione, saranno il Prof. Silvio Beretta, già Direttore del Centro Studi Popoli Extraeuropei
dell'Università di Pavia e il Dott. Massimo Zaccaria, docente di Storia e Istituzioni dei Paesi musulmani presso il medesimo Ateneo
 
 Informazioni 
Dove: Collegio Nuovo, via Abbiategrasso 404 - Pavia
Quando: venerdì 29 novembre 2013,ore 21.00

 

Comunicato Stampa

Pavia, 25/11/2013 (12067)




MiaPavia è una testata giornalistica registrata, © 2000- 2019 Buon Vento S.r.l. - P.I. IT01858930181
Tutti i diritti sono riservati - Chi siamo - Contatti - Mining pool